Merano Wine Festival 2011

Quando un vino trasmette emozione, significa che il vignaiolo ha messo nel suo lavoro tutta la passione e l’amore, insieme alla competenza e alla sua esperienza. Ma soprattutto un vino riesce a trasmettere emozioni, quando sottilmente, tra gli aromi e i sapori, tra il colore e la lucentezza, riesce a raccontare il territorio, la terra, le stagioni, il microcosmo della vigna, ma anche la personalità di chi fa il vino. È soprattutto il carattere di un vino che riesce a trasmettere emozioni, inconsapevolmente. Ma le emozioni fanno parte di chi sa percepirle e apprezzarle, di chi, bevendo un vino, riesce ad ascoltarlo, apprenderlo, conoscerlo, lasciarsi conquistare.

Ecco, Merano international wine festival, è riuscito a trasmettere emozioni, come un vino di personalità, amalgamando vini e vignaioli, con chi va alla ricerca di vini, con chi fa del vino una passione e non solo un piacere; abbinando un padiglione enogastronomico interessante.

Vetrina importante di eccellenze nazionali, ed internazionali. Luogo di incontro tra persone e vini.

Nessuna aspettativa delusa, in modo particolare in questo ventesimo compleanno, con un finale di eccezione.

La cornice montana e la bella cittadina, filtrano l’entrata al teatro, dove si snodano i banchi d’assaggio, con vini e produttori. Un’immagine bellissima, di colori e un’eleganza ovattata, quasi di un secolo passato, caratteristica di questa educata cittadina alpina.

Il salone, nel tempo ha saputo seguire gli stimoli provenienti sia dal mercato, che dalle esigenze degli acquirenti, inserendo quindi anche vini Biologici e Biodinamici. Dedicandogli addirittura una giornata intera. Non poteva essere altrimenti, viste le emergenze non solo ecologiche e climatiche, ma anche alimentari.

Ma quest’anno, chi ha visitato la fiera di Merano ha avuto la fortuna, l’ultimo giorno, di poter degustare e apprezzare vini di rara eccezione. Infatti accanto ai vini in commercio, vi erano pronte da stappare annate vecchie. Che i produttori hanno presentato con tutto l’amore che si riserva alle cose importanti, ai vini di valore (non solo economico). Vini con più di dieci anni sulle spalle…. sulla bottiglia. Un’opportunità, ma anche un privilegio di tutto rispetto! Un privilegio che non accade poi così spesso.

Insomma, Merano non tradisce la sua personalità di cittadina tranquilla, e presentare le eccellenze vinicole mondiali, la mette sotto una luce diversa, in vista agli occhi di tutti, di un panorama veramente internazionale.

Così l’international wine festival di Merano è uno di quegli appuntamenti che gli appassionati e i cultori di vini non possono perdere. Una data da segnare e ricordarsi!

Anche io mi sono fatta trasportare, facilmente, dall’atmosfera e dai vini. Cercando di assaporare il più possibile vini ed emozioni, per ricordare e capire, per portare con me un pezzettino di questa esperienza.

Isabella Ceccarelli

Autore: Isabella Ceccarelli


Isabella Ceccarelli, classe ’75, giorno e mese fatale: 11 Novembre, data dedicata a San Martino, quando ogni mosto è vino. La contraddistingue una spiccata passione per il vino. Ma anche per l’arte e la poesia. Partecipa a mostre ed è instancabile nello scrivere poesie e pensieri (che vorrebbe mettere in un blog). Tutto legato dall’ormai sconosciuto filo conduttore dei sentimenti e dalla vena di una sottile cultura.
Cell. +39 346 0632204

Leave a Reply

Your email address will not be published.