Un pipistrello per amico

Approdano al Centro*Ponte a Greve e vi sosteranno dal 24 al 29 aprile: si tratta dei pipistrelli e della campagna a loro favore promossa da Coop. Venerdì 20 aprile, alle ore 17 (al Centro*Ponte a Greve), conferenza dibattito sul progetto bat box. Interverranno Antonio Comerci, direttore dell’Informatore, Giuseppe D’Eugenio, presidente del Quartiere 4. Paolo Masserelli, Legambiente Firenze.

A tre intervenuti estratti a sorte verrà donata una Bat Box. «Nei mesi scorsi abbiamo regalato al Quartiere 4 una decina di bat box che sono state poi state collocate nelle scuole e a Villa Vogel. Oggi queste casette sono popolate da colonie di pipistrelli che stanno facendo il loro mestiere di “pulizia” di insetti e zanzare. Un bell’aiuto per l’ambiente!» dice Gabriella Iacopini, presidente della sezione soci Coop Firenze sud ovest.

I pipistrelli partono dalla Toscana per un giro che li porterà in tutta Italia. L’iniziativa Un pipistrello per amico nasce con l’obiettivo di sensibilizzare il grande pubblico di adulti e bambini sui problemi ambientali e della biodiversità. Negli iper e nei maggiori punti vendita viene messa in vendita la bat box, mentre negli spazi dei centri commerciali viene allestita una colorata scenografia che riproduce gli ambienti ed i rifugi pipistrelli e serve a far conoscere questi preziosi mammiferi volanti. Alla fine del percorso una postazione interattiva permetterà di vedere filmati e fare un test su quanto appreso.

Negli ultimi due anni nel circuito Coop sono state vendute quasi 33mila bat box – più di 5300 solo in Unicoop Firenze -, le casette studiate apposta per dare ai pipistrelli un rifugio sicuro proprio all’interno delle nostre città. I pipistrelli vanno in letargo con i primi freddi e si risvegliano a primavera andando subito a caccia di insetti. Sono abili e voraci predatori che si nutrono di circa 2000 insetti a notte, funzionando da naturale…”insetticida” contro moscerini, zanzare e insetti volanti. Le casette per i pipistrelli sono state progettate dai chirotterologi (gli studiosi dei pipistrelli) della sezione di zoologia “La Specola” del Museo di storia naturale dell’Università di Firenze, che da tempo hanno avviato questa fortunata e proficua collaborazione con Unicoop Firenze per la diffusione delle iniziative a favore di questi piccoli mammiferi.

La campagna Coop a favore dei pipistrelli non si è esaurita con la vendita delle loro speciali casette. Nel periodo scolastico infatti, i negozi di Unicoop Firenze con il reparto cartoleria hanno sugli scaffali materiale a soggetto “bat” (per esempio, quaderni, astucci e diari, venduti a migliaia), mentre nel periodo estivo magliette e teli da spiaggia. Questo ha permesso di finanziare con ben 100mila euro una borsa di studio di un dottorando della Specola, collaborazioni di giovani chirotterologi e ricerche sui pipistrelli in tutta Italia. È stato inoltre acquistato materiale scientifico: sensori a infrarosso per rilevare le temperature dei chirotteri nei loro rifugi (naturali e artificiali), e un bat detector che “traduce” gli ultrasuoni emessi dai pipistrelli per capire quali specie, e in che quantità, vivono nei vari ambienti.

Il valore scientifico della campagna per le bat box può essere incrementato dagli stessi acquirenti con un contributo significativo. Nella confezione delle bat box c’è infatti una scheda da compilare con alcuni semplici dati. Tenendo conto delle informazioni fornite dagli acquirenti delle bat box che hanno inviato le scheda (quasi 1700), gli stessi studiosi nel recente passato hanno potuto scoprire quali sono le esigenze di questi straordinari animali e apportare così diverse migliorie alle bat box e individuare le tecniche di installazione più idonee per aumentarne l”efficienza.

Quest’anno i pipistrelli hanno anche un sito interamente dedicato a loro e alle iniziative per aiutarli: facebook.com/batboxnews

FONTE : Unicoop Firenze Soc. Coop.

Leave a Reply

Your email address will not be published.