De Anna, premio donne per lo sport riconosce valori reali

Pordenone – “Con il Premio Donne per lo Sport, ideato dall’Associazione Fare Donna Fvg, non solo si riconosce il valore delle donne che si dedicano allo sport inteso come agonismo, ma anche quello delle donne che lo sport lo praticano o lo favoriscono e lo promuovono in quanto impegnate in tutte quelle attività nascoste, che vanno dall’allenamento o dalla gestione di una squadra o di un associazione sportiva, al semplice accompagnamento dei figli a fare sport. Senza dimenticare il sacrificio della donna atleta in rapporto alla maternità: spesso significa o rinunciare al desiderio di un figlio o interrompere l’attività agonistica”.

Lo ha affermato l’assessore regionale allo Sport, Elio De Anna, intervenendo nell’Auditorium della Regione a Pordenone alla cerimonia di consegna del Premio Donne per lo Sport, promosso dall’Associazione Fare Donna FVG in collaborazione con l’assessorato regionale allo Sport e con il Coni Fvg.

Per De Anna, “ormai non c’è più distinzione fra i generi nello sport: alle recenti Olimpiadi donne e uomini erano ormai quasi alla pari; ed è bello parlare di donne e sport, pensando anche alle Paralimpiadi di Londra, dove un’atleta regionale, Pamela Pezzutto, ha vinto la medaglia d’argento. Questa persona, giovane donna portatrice di disabilità, ha trovato nello sport la sua dimensione”.

Per Consuelo Modesti, presidente di Fare Donna Fvg, questo premio si pone come iniziativa a favore della diffusione dello sport attraverso il riconoscimento del valore delle atlete che durante l’anno si sono distinte nei vari ambiti sportivi e delle donne che con passione, tenacia e sacrificio elevano il valore sportivo a riferimento del tessuto sociale e aggregativo della comunità di appartenenza.

 

FONTE: Regione Friuli Venezia Giulia

Leave a Reply

Your email address will not be published.