Arrivati in Alto Adige i primi treni Flirt

treni_flirtSono arrivati il 3 settembre 2013 in Alto Adige i primi due degli otto nuovi treni Flirt acquistati da Provincia, STA e Trenitalia per migliorare l’offerta del trasporto pubblico locale su rotaia. “Siamo molto soddisfatti – commenta l’assessore Thomas Widmann – e siamo convinti che lo saranno anche i passeggeri che potranno utilizzarli da dicembre”.

In posa di fronte ai nuovi treni Flirt: Maurizio Chiusa (SAD), Michael Prader (STA), Christoph Perathoner (SAD), Thomas Widmann e Roger Hopfinger (Trenitalia)

I due nuovi treni Flirt sono attualmente “parcheggiati” presso la stazione ferroviaria di Bolzano, dove nelle prossime settimane saranno completate le complesse procedure per i test di funzionamento. “Le norme prevedono che tutti gli esemplari messi su rotaia debbano essere prima testati – spiega Widmann – e questo rallenta l’iter”. In ogni caso, gli otto i convogli acquistati di recente saranno pronti per l’entrata in vigore del nuovo orario invernale, previsto per i primi di dicembre. “A quel punto avremo a disposizione ben 16 treni Flirt – sottolinea l’assessore – in grado di coprire una buona fetta dei collegamenti locali su rotaia in maniera particolare per quanto riguarda la linea della Val Pusteria e la Merano-Bolzano. Per la prima volta, inoltre, questo materiale rotabile moderno e innovativo viaggerà anche in Bassa Atesina, e renderà possibile un collegamento transfrontaliero diretto con Innsbruck e, a partire dalla fine del 2014, anche con il Tirolo dell’Est”.

Tutti i nuovi treni saranno riconoscibili per l’utilizzo del design classico del marchio ombrello Alto Adige, mentre tra le novità spiccano i sedili realizzati in loden da una nota azienda locale e la presenza di collegamenti WiFi a bordo dei convogli. Gli otto nuovi treni sono stati acquistati da STA, Provincia di Bolzano e Trenitalia con un investimento di 69,5 milioni di euro, ai quali vanno aggiunti altri 8 milioni messi a disposizione per l’aggiornamenti dei Flirt già presenti nel parco mezzi. “In questo modo – commenta Thomas Widmann – da giugno tutti i convogli avranno a disposizione 6 vagoni: un notevole passo in avanti soprattutto per quanto riguarda il traffico negli orari di punta”. I nuovi treni, inoltre, non verranno utilizzati solamente dalla SAD, che ne avrà a disposizione tre su otto, ma per la prima volta anche da Trenitalia che come avrà in uso gli altri cinque.

Esprime soddisfazione per l’intera operazione anche il direttore regionale di Trenitalia Roger Hopfinger: “Provincia e Trenitalia hanno deciso di investire assieme sui nuovi convogli – spiega – con una collaborazione che è quasi unica a livello nazionale. Siamo orgogliosi di poter offrire ai passeggeri la possibilità di viaggiare su mezzi estremamente moderni e confortevoli”. Dal canto suo, il direttore di SAD Divisione treni, Maurizio Chiusa, spiega che “l’esperienza fatta sino ad oggi con i treni Flirt è assolutamente positiva: si tratta di convogli affidabili e che rispettano i migliori standardi di qualità per quanto riguarda comfort, sicurezza e allestimenti interni”.

 

Fonte: Provincia Autonoma di Bolzano

Leave a Reply

Your email address will not be published.