Successo della Regione Marche alle Fiere dedicate al turismo sostenibile

reg_marche_foto4Le Marche vantano la maggiore capacità di attirare camperisti e turisti che amano le vacanze all’aria aperta. Il loro punto di forza sono l’attrattività e la presenza di strutture ricettive di qualità per questa tipologia di turismo. Lo certifica il Rapporto nazionale sul turismo en plen air 2013, realizzato da Apc (Associazione produttori caravan e camper). È stato redatto sulla base dei risultati del primo Osservatorio sul turismo in camper e all’aria aperta, realizzato in collaborazione con il Ciset (Centro internazionale di studi sull’economia turistica dell’Università Ca’ Frascari di Venezia) per monitorare l’attenzione dei territori nei confronti del comparto. Dallo studio emerge che le regioni con la più elevata capacità di attrarre camperisti e turisti en plen air sono le Marche, la Sardegna e il Veneto. Le Marche primeggiano anche per la ricettività. Inoltre, ottengono i risultati migliori in base a tutti gli indicatori dell’indagine Ciset: è il territorio che ha investito e creduto di più nel settore. Il rapporto è stato presentato nel corso del Salone del camper di Parma che si è concluso nei giorni scorsi. La Regione Marche era presente con uno stand, risultato tra i più visitati e apprezzati: sono andate letteralmente a ruba le 2.200 copie delle brochure plein air (con la cartina aggiornata delle aree di sosta) e le 5mila dedicate all’immagine turistica marchigiana (borghi, mare, parchi, arte, cultura). Analogo successo si è registrato alla “Expobici” di Padova, dove la Regione insieme ad enti e operatori, tra cui l’Associazione Riviera del Conero, ha promosso gli itinerari cicloturistici attraverso i quali scoprire nuovi paesaggi e soggiorni a contatto con la natura: un’offerta particolarmente apprezzata dai mercati del Nord Europa e che si presta a destagionalizzare l’offerta turistica. Altri appuntamenti dedicati al turismo, che vedranno la partecipazione della Regione, saranno le Fiere No Frills di Bergamo (27 e 28 settembre) e Travel Trade Italia di Rimini (dal 17 al 19 ottobre). All’appuntamento di Bergamo, la Regione Marche partecipa per la prima volta, con uno stand istituzionale che ospita 16 operatori di incoming. Tra i più significativi eventi “business to business”, costituisce l’occasione per entrare in contatto con la domanda internazionale dei servizi turistici. Nel 2012, 11.400 operatori hanno aderito alla dodicesima edizione. La Fiera di Rimini, invece, è la principale piazza di contrattazione tra l’offerta italiana e la domanda internazionale, rappresentate da oltre mille espositori italiani e oltre 600 operatori provenienti da 60 nazioni. La partecipazione della Regione sarà più consistente rispetto all’edizione precedente.

Leave a Reply

Your email address will not be published.