Il palmares del Roma Fiction Fest

logo_rffGiovedì 3 ottobre, si è conclusa la settima edizione del Roma Fiction Fest, la più importante rassegna delle fiction nazionali ed internazionali che si tiene in Italia, e tra le più importanti del mondo. La conferenza stampa di chiusura della manifestazione, che si è tenuta nella mattinata del 3 ottobre, ha anticipato tutti i premi di questa edizione, quindi con molte ore di anticipo rispetto alla cerimonia vera e propria di premiazione, prevista in serata e condotta da Tiberio Timperi insieme con la madrina di questa settima edizione: Serena Autieri. Una prassi decisamente inusuale per un festival.

Ma andiamo direttamente ai premi, quel che più conta e che maggiormente incuriosisce i lettori.

Per il “Concorso Fiction Italiana Edita”, la giuria composta da Piera Detassis, Enrico Lucherini, Barbara Palombelli, Gregorio Paolini e Gabriella Campennì Bixio (Presidente), ha così deciso:

Premio RomaFictionFest al Miglior Prodotto TV Drama assegnato a IL COMMISSARIO MONTALBANO – UNA LAMA DI LUCE;
Premio RomaFictionFest alla Miglior Attrice TV Drama a GIULIANA DE SIO per L’ONORE E IL RISPETTO 3;
Premio RomaFictionFest al Miglior Attore TV Drama a SERGIO CASTELLITTO per IN TREATMENT;
Premio RomaFictionFest al Miglior Regista TV Drama assegnato ad ALESSANDRO ANGELINI ed ALEXIS SWEET per IL CLAN DEI CAMORRISTI;
Premio RomaFictionFest al Miglior Prodotto TV Comedy a QUESTO NOSTRO AMORE;
Premio RomaFictionFest alla Miglior Attrice TV Comedy ad ELENA SOFIA RICCI per CHE DIO CI AIUTI 2;
Premio RomaFictionFest al Miglior Attore TV Comedy assegnato a GIORGIO TIRABASSI per BENVENUTI A TAVOLA 2;
Premio RomaFictionFest al Miglior Regista TV Comedy a LUCIO PELLEGRINI per BENVENUTI A TAVOLA 2.

Tra le menzioni speciali assegnate dalla citata giuria, mi piace menzionare quella ad ANGELO RUSSO, il simpatico Catarella ne IL COMMISSARIO MONTALBANO, con la seguente motivazione: “Fidata spalla comica del Commissario Montalbano, giocoliere delle parole e del dialetto, splendido erede della tradizione farsesca siciliana alla Franco Franchi, Angelo Russo s’è incarnato nell’agente Agatino Catarella nel 1999 e non ha più smesso, a tal punto che Camilleri non riesce oramai ad immaginare altro volto per la sua creatura. A lui, con riconoscenza, questa menzione che vuol essere anche l’omaggio al ruolo fondativo del caratterista, arte sopraffina ormai troppo dimenticata”.

Il PREMIO FRANCESCO SCARDAMAGLIA ALLA MIGLIOR SCENEGGIATURA, assegnato dalla giuria composta da Ottavia Micol Madeddu, Fabrizia Midulla, Domenico Matteucci e Marianna Cappi (Presidente), è andato a SANDRO PETRAGLIA e STEFANO RULLI per VOLARE. LA GRANDE STORIA DI DOMENICO MODUGNO, con la seguente motivazione: “Per la qualità complessiva di una narrazione capace di restituire la vitalità dell’artista, di costruire con maestria ogni singola scena e di integrare armonicamente le canzoni di Modugno nella struttura drammaturgica della storia”.

Premio RomaFictionFest Excellence Award a GIULIANO MONTALDO;
Premio RomaFictionFest Excellence Award a MICHELE RIONDINO;
Premio RomaFictionFest Excellence Award a FRANK SPOTNITZ;
Premio RomaFictionFest Excellence Award Ragazzi a JACQUES-RÉMY GIRERD;
Premio Carlo Bixio per la migliore sceneggiatura originale di Fiction a: “A MODO MIO” di MIRKO CETRANGOLO, ANITA RIVAROLI e TOMMASO TRIOLO.
Premio RomaFictionFest alla migliore interpretazione di serie web a EMANUEL CASERIO per “Roles”. Il premio è stato assegnato da una giuria di studenti di sceneggiatura del terzo anno del CSC, il Centro Sperimentale di Cinematografia (composta da Annalisa Elba, Costanza Durante, Tommaso Renzoni, Francesco Gorgoni e Iacopo Cazzaniga).

Premio L.A.R.A. alla migliore interpretazione a ELENA SOFIA RICCI per “Che Dio ci aiuti 2”.

Premio migliore attrice Tv Sorrisi & Canzoni a MANUELA ARCURI per “Pupetta – Il coraggio e la passione”.

Premio miglior attore Tv Sorrisi & Canzoni a GABRIEL GARKO per “L’onore e il rispetto 3”.

Prima di concludere, alcune considerazioni. Grande successo di pubblico per la VII edizione del RomaFictionFest e questi i numeri:
6 i giorni di proiezioni; 50 le anteprime internazionali; 13 gli ospiti internazionali tra sceneggiatori, attori, registi e produttori scelti tra i migliori rappresentanti dell’industria dell’audiovisivo mondiale: dal pluripremiato e candidato all’Oscar Atom Egoyan, fino alla giovane produttrice americana Melissa Bernstein; 5 le anteprime italiane, anche queste all’insegna della qualità e con una particolare attenzione alle tematiche sociali; 15 le serie web; 2 i giorni interamente dedicati ai più piccoli; oltre 400 i giornalisti accreditati; 4 i media partner che hanno documentato per sei giorni le proiezioni, gli incontri con gli attori e i protagonisti del Festival; 2 le mostre in programma: “Ciak si gira in Italia”, sui luoghi dei più importanti set delle fiction, e “I grandi artigiani della fabbrica dei sogni” con gli abiti, i gioielli e i arredi realizzati per le più importanti serie tv; 1 retrospettiva realizzata grazie all’archivio delle teche Rai.

Un incremento del 12% registrato rispetto allo scorso anno in totale con 26.000 presenze. Rachelle Lefrèvre, Dean Norris, Roselyn Sanchèz, Edy Ganem, Anthony Root, Tatiana Pauhofovà, Jacques-Rémy Girerd e Thomas Sadoski, sono soltanto alcuni tra gli altri ospiti internazionali che hanno calcato il pink carpet. Vittoria Puccini, Stefania Rocca, Alessandro Gassman, Michele Riondino, Francesco Scianna, Pierfrancesco Favino, Diego Abatantuono, Giuliano Montaldo, Paola Minaccioni, Alessio Boni, Caterina Murino, Raoul Bova, Vanessa Incontrada, Giorgio Tirabassi, Antonio Catania, Lunetta Savino, Serena Autieri, Davide Riondino, Dario Vergassola, Rocco Papaleo, Renzo Arbore e Giulio Scarpati sono invece solo alcuni dei nomi di artisti italiani che hanno partecipato a questa VII edizione.

Il Roma Fiction Fest saluta e rimanda all’ottava edizione, ad inizio autunno del 2014.

Autore: Franco Baccarini

Scrittore, saggista, autore di articoli per giornali cartacei e telematici, di testi per il teatro e di cortometraggi.
Teatrografia
2007 – Autore del dramma in atto unico “Insostituibili assenze”.
Filmografia
1996 – Soggettista, sceneggiatore e regista del video-clip “Anatomia dell’altro volto di una metropoli”.
2012 – Soggettista e sceneggiatore del cortometraggio “La ragazza e il mare” (regia di E. Colombo).
2013 – Soggettista e sceneggiatore del cortometraggio “Un amore da proteggere” (regia di L. Greco).
Bibliografia
2008 – “Bioetica animalista. Dagli aspetti socio-filosofici alle applicazioni pratiche nella sperimentazione clinica dei farmaci” (Edizioni Universitarie Romane).
2009 – “La Tecnoetica nel Cinema. Bioetica del Futuro” (Edizioni Palombi).
2010 – Capitolo “Tecnoetica nel Cinema” all’interno del volume “Tecnicizzare l’uomo o umanizzare la tecnica?” (Edizioni LEV), di Autori Vari.
2012 – “Tecnoetica e Cinematografia” (Edizioni Universitarie Romane).
2013 – “Tecnoetica e Cinematografia (in versione e-book)” (Edizioni Universitarie Romane).

One Response to "Il palmares del Roma Fiction Fest"

  1. angela   3 ottobre 2013 at 20:23

    articolo eccellente ,bravo Franco Beccarini

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published.