“Florence in New York”

Cena di gala, per le eccellenze fiorentine: artigianato, enogastronomia e designe

florence-in-new-yorkFIRENZE – Sono già arrivate a Manhattan le aziende fiorentine e toscane per partecipare alla mostra ‘Florence in New York’ dedicata all’eccellenza dell’artigianato, del design e dell’enogastronomia.
L’intero 29/o piano del grattacielo al 180 Maiden Lane, zona Wall Street, è lo splendido scenario nel quale andrà in scena, da lunedì 15 maggio a mercoledì 17 maggio “Florence in NY’’. Tre giorni di mostre, eventi e incontri con operatori provenienti da tutto il mondo, promossa dal Consorzio Vasari, nato per sostenere le piccole e medie imprese nel loro processo di internazionalizzazione.
Il cuore della finanza mondiale diventerà una grande vetrina strategica per le aziende fiorentine e toscane che vogliono aprirsi ai mercati esteri. Grazie alla collaborazione con ICE (l’Istituto del Commercio Estero) e con alcune società di assistenza alla vendita in USA, il Consorzio (nato da un’idea di VasariItaly srls con la Giusto Manetti Battiloro spa e la Akumal Travel srl) garantirà alle aziende una strategia commerciale di lungo termine, la creazione di una rete di buyers ad hoc, la possibilità di una presenza successiva alla fiera sul mercato statunitense, la creazione di un sito web dedicato con l’attivazione di profili social e una consulenza aziendale professionale.
La tre giorni americana, è resa possibile grazie alla collaborazione della Regione Toscana, del Comune di Firenze, di Confartigianato, CNA, Confindustria, con il sostegno di Banca Ifigest.
Ricchissimo il programma della fiera. Ad accogliere gli ospiti l’esibizione degli sbandieratori del corteo storico fiorentino. La cena, alla presenza dello chef Massimo Tanini Della Cantinetta di Bolgheri, sarà a base di prodotti tipici toscani e accompagnata dal vino del Chianti Classico. Dopo cena si svolgerà un’asta di beneficenza di prodotti artigianali dell’eccellenza toscana e una parte del ricavato andrà a sostegno della Food Bank for New York City. A Seguire il concerto con il baritono Devid Cecconi e il soprano Georgina Stelbow accompagnati al pianoforte dal maestro Massimo Barsotti. Nel corso della manifestazione i maestri artigiani mostreranno al pubblico americano la loro abilità creando, ‘’in diretta’’, prodotti artigianali unici.
Ospite d’onore della serata di apertura sarà Gabriele Corcos, chef-imprenditore nato a Firenze e diventato star della tv americana con il programma “Extra Virgin” da cui è nato l’omonimo best seller culinario del New York Times. Corcos firmerà il menù della cena di gala!
Il consorzio metterà a disposizione delle aziende e dei buyers americani l’innovativa App EPTHI. Sviluppata a New York dall’ingegnere fiorentino Tommaso Boralevi , EPTHI e’ una sintesi fra Whatsapp e Linkedin che permette di ridurre l’uso dell’email e semplificare la comunicazione all’interno del mondo del business internazionale, grazie anche alla traduzione simultanea dei messaggi.
Insomma, una grande opportunità per il mondo dell’artigianato fiorentino che arriva a Manhattan per proporre le proprie eccellenze in una location di altissimo livello.

Isabella Ceccarelli

Autore: Isabella Ceccarelli


Isabella Ceccarelli, classe ’75, giorno e mese fatale: 11 Novembre, data dedicata a San Martino, quando ogni mosto è vino. La contraddistingue una spiccata passione per il vino. Ma anche per l’arte e la poesia. Partecipa a mostre ed è instancabile nello scrivere poesie e pensieri (che vorrebbe mettere in un blog). Tutto legato dall’ormai sconosciuto filo conduttore dei sentimenti e dalla vena di una sottile cultura.
Cell. +39 346 0632204

Leave a Reply

Your email address will not be published.