Galatrona 2015 di Petrolo il secondo migliore vino al mondo per James Suckling

Importante riconoscimento internazionale per questo vino toscano.

Galatrona-Doc-2015È il Galatrona Doc 2015, il secondo migliore vino al mondo! E non è cosa da poco; il vino ha inoltre ottenuto 99 punti su 100, da James Suckling, uno dei più importanti ed influenti wine critic a livello mondiale, ed ha ricevuto il riconoscimento durante i Great Wines of the World 2017, che si sono svolti ad Hong Kong.

Secondo le parole di James Suckling, che ha recensito il vino, presenta: “Aromi fantastici di violetta, rosa e lamponi, con accenni di fragola e zucchero di canna. Corposo. Frutto fenomenale e tannini fini e setosi. Questo è il Galatrona che tutti stavamo aspettando. È un’annata che mostra profondità e potenza ma allo stesso tempo un’estrema finezza. Il migliore di sempre. Da bere a partire dal 2023, ma già adesso elettrizzante”.

Il Galatrona, Val d’Arno di Sopra Merlot Vigna Galatrona DOC 2015, 100% Merlot, è tra le migliori espressioni di Merlot e proviene dal piccolissimo cru che prende il nome dalla torre che si trova sulla cima della collina nella parte alta della tenuta. È inoltre uno dei vini dell’azienda che ha ottenuto negli anni maggiori riconoscimenti; caratterizzato da una grande struttura gustativa e da un’ampia varietà aromatica, è il fiore all’occhiello della produzione vinicola di Petrolo.

Il 2016 è stato l’anno del XX Anniversario del Galatrona e Luca Sanjust, alla guida dell’azienda, per celebrarlo ama ricordare il grande enologo toscano, Giulio Giambelli, come padre di questo grande vino, che gli suggerì di piantare il Merlot su un banco di argilla che interrompeva la collina di galestro del vigneto più importante dell’azienda, il Sangiovese.

La Tenuta di Petrolo, è un’ azienda vitivinicola storica, posta sulle ultime propaggini a Sud-Est dei monti del Chianti, guidata oggi da Luca Sanjust, terza generazione della famiglia, che ha preso le redini dopo la conduzione pionieristica della madre Lucia. L’azienda produce vini pregiati, nella Doc “Valdarno di sopra”, si concentra in modo particolare sul Sangiovese e Merlot, ai quali vengono dedicati gli ettari maggiori, insieme ad altri vitigni complementari come il Cabernet Sauvignon; le metodologie di produzione vanno da quelle più classiche come l’uso di botti di cemento o il rovere francese; o alla riscoperta di lunghe macerazioni sulle bucce e l’impiego di anfore in terracotta. Un lavoro sapiente in vigna e in cantina non può che ottenere riconoscimenti.

Isabella Ceccarelli

Autore: Isabella Ceccarelli


Isabella Ceccarelli, classe ’75, giorno e mese fatale: 11 Novembre, data dedicata a San Martino, quando ogni mosto è vino. La contraddistingue una spiccata passione per il vino. Ma anche per l’arte e la poesia. Partecipa a mostre ed è instancabile nello scrivere poesie e pensieri (che vorrebbe mettere in un blog). Tutto legato dall’ormai sconosciuto filo conduttore dei sentimenti e dalla vena di una sottile cultura.
Cell. +39 346 0632204

Leave a Reply

Your email address will not be published.