In attesa dei top 100 vini di Wine Spectator

il mondo del vino col fiato sospeso per la lista dei vini più attesa

WineSpectator_Top100Novembre, mese clou per gli appassionati di vino. Escono infatti molte guide importanti, tante premiazioni attese e, quella che è la top 100 di Wine Spectator. Sono punti di riferimento sia per chi è appassionato di vino, sia per chi con il vino ci lavora; ma anche per le aziende e i vignaioli che possono e vogliono guardare al futuro del vino.

La famosa rivista americana, con sede a New York, una tra le punte di riferimento in riguardo di enologia, dal 1988 recensisce etichette internazionali, che vanno dalle aziende più conosciute e blasonate, a quelle delle regioni emergenti.

E’ iniziato il conto alla rovescia per i redattori che hanno degustato ben 16.000 vini provenienti dai vigneti di tutto il mondo, ed ora sono pronti a rilasciare la loro attesissima lista dei Vini Top 100 del 2017; la lista completa non sarà svelata che lunedì 20 novembre. E, tra i top 100, non mancano naturalmente etichette italiane.

Le selezioni si basano su quattro criteri fondamentali, nonché sulle capacità critiche dei degustatori: qualità, che viene data dal punteggio assegnato ad ogni vino; valore, riflesso per prezzo; disponibilità, in base alle bottiglie importate negli USA; infine, quello che Wine Spectator chiama il Fattore X, che è l’eccitazione procurata dal vino.

Come dichiara Thomas Mattews, direttore esecutivo di Wine Spectator, tutti i vini esaminati quest’anno, rigorosamente alla cieca, hanno ottenuto un minimo di 90/100 punti, a salire. Ma, il Top 100 è più che un punteggio! È un valore che accomuna passione e lavoro, storia e piacere.

Insomma, Wine Spectator è l’autorità principale del mondo sul vino. Lo esplora e lo esamina dalla vigna alla tavola, e indaga il ruolo del vino nella cultura contemporanea per fornire recensioni di esperti di oltre 18.000 vini ogni anno.

Vi aspetto, lunedì 20 novembre, per scoprire il top e le etichette italiane!

Isabella Ceccarelli

Autore: Isabella Ceccarelli


Isabella Ceccarelli, classe ’75, giorno e mese fatale: 11 Novembre, data dedicata a San Martino, quando ogni mosto è vino. La contraddistingue una spiccata passione per il vino. Ma anche per l’arte e la poesia. Partecipa a mostre ed è instancabile nello scrivere poesie e pensieri (che vorrebbe mettere in un blog). Tutto legato dall’ormai sconosciuto filo conduttore dei sentimenti e dalla vena di una sottile cultura.
Cell. +39 346 0632204

Leave a Reply

Your email address will not be published.