Azienda di riscossione condannata a pagare le spese di causa se ha iscritto un’ipoteca nonostante lo sgravio del Fisco

SentenzaCondanna alle spese di giudizio azienda di riscossione che avvia il procedimento di riscossione senza una preventiva verifica della pretesa tributaria.E’ con una significativa decisione della Cassazione, sezione tributaria, l’ordinanza n. 16948 del 24 luglio 2014, che l’esattore è condannato a pagare le spese di causa nel caso in cui abbia iscritto ipoteca sui beni del contribuente nonostante l’avvenuto sgravio del credito da parte dell’Agenzia delle Entrate. Per la Suprema Corte sono valide a tutti gli effetti le comunicazioni telematiche fra ente impositore ed esattore. E’ una norma di legge a sancirlo, in particolare l’articolo 15 della legge 59 del 1997 che ha stabilito la validità e la rilevanza a tutti gli effetti della trasmissione con strumenti informatici di atti formati con strumenti informatici o telematici.

Leave a Reply

Your email address will not be published.