BCE: hacker sono riusciti ad appropriarsi di dati di 20.000 indirizzi e-mail

BCENon passa settimana, che non si legga sulle cronache la segnalazione da parte di qualche multinazionale della sottrazione d’informazioni riservate da parte di hacker. Questa volta, la notizia arriva da Francoforte, e ci informa che è stato messo sotto attacco il sito web della Banca Centrale Europea (BCE), dal quale sarebbero stati sottratti indirizzi di posta elettronica e informazioni di contatto dei giornalisti e partecipanti ai seminari. Secondo quanto ha dichiarato l’ente europeo, i database interni o i dati sensibili di mercato non sarebbero stati colpiti. Un portavoce della BCE ha tuttavia dichiarato che circa 20.000 indirizzi di posta elettronica e, in alcuni casi, numeri di telefono o indirizzi postali sarebbero stati rubati. La BCE, ha informato gli utenti potenzialmente spiati dal suo sito web e li avrebbe invitati a reimpostare tutte le password per motivi di sicurezza.  Occorre, quindi, aumentare la vigilanza da parte delle autorità sul web e migliorare costantemente i protocolli di sicurezza per evitare alla radice che sottrazioni di dati sensibili possano portare gravi ripercussioni sui cittadini e sulle istituzioni.

Leave a Reply

Your email address will not be published.