Umbertide e la solidarietà con RUN AWAY

potsy fotogratato da Paolo Ippoliti3C’è chi gira intorno al mondo… e chi guarda il mondo girare… fin che qualcuno si ferma ad osservare e agisce. Così nasce la solidarietà. Così è nato Run Away, uno spot di carattere sociale che mette in evidenza il disagio dei portatori di Handicap che vedono girare il mondo attorno a se, ma non possono parteciparvi… fino a che qualcuno non li aiuta. E quel qualcuno siamo noi. In una manciata di secondi l’artista di Umbertide, Pierluigi Monsignori Potsy è riuscito a mettere nei sentimenti dello spettatore il disagio dei portatori di Handicap, fin che qualcuno si ferma e porta il proprio aiuto, rendendoli partecipi della vita.
Lo spot è stato ideato,scritto e diretto da tanti giovani artisti di Umbertide, ognuno dei quali ha messo nel video le proprie capacità e il proprio talento. Girato alcuni anni fa, è stato donato all’associazione Parent Proget, L’associazione di genitori dei bambini affetti da distrofia muscolare Duchenne e Becker, che ringraziano il gruppo Plastic Food Project per la donazione e la condivisone del video RunAway.
Il soggetto è del poliedrico artista Pierluigi Monsignori Potsy,che ha collaborato insieme ad un gruppo di giovani artisti di Umbertide(Agnese Terrone, Graziano Savignani, Andrea Nugnes,Andrea Sambuchi,Gabreiele Violini,Raffaello Agea,Roberto Sognaglia, Valerio Rosi,Filippo Donini,Ezio Bani),nato dall’idea che i giovani possono fare qualcosa di più esprimendo se stessi e le proprie capacità artistiche ed umane. Infatti,solo da una spiccata umanità poteva nascere questo video, che in pochi secondi sintetizza un mondo di sentimenti, emozioni e perplessità, indecisioni e coraggio. Racconta di come “chi gira intorno al mondo” e “chi guarda il mondo girare” possano incontrarsi, riconoscersi e andare avanti insieme,guardando il mondo da un’altra prospettiva e vivendolo in un modo diverso.
Il video non ha scopi e finalità di lucro, e così, dall’abbandono nel cassetto… è passato all’associazione Parent Proget.
Insomma,non solo l’Umbria dei borghi medievali,del bel paesaggio, del buon mangiare e del buon vino. ma anche l’Umbria dei sentimenti e delle forti emozioni. l’Umbria dell’unità e della solidarietà!

Isabella Ceccarelli

Autore: Isabella Ceccarelli


Isabella Ceccarelli, classe ’75, giorno e mese fatale: 11 Novembre, data dedicata a San Martino, quando ogni mosto è vino. La contraddistingue una spiccata passione per il vino. Ma anche per l’arte e la poesia. Partecipa a mostre ed è instancabile nello scrivere poesie e pensieri (che vorrebbe mettere in un blog). Tutto legato dall’ormai sconosciuto filo conduttore dei sentimenti e dalla vena di una sottile cultura.
Cell. +39 346 0632204

Leave a Reply

Your email address will not be published.