Una notte di vino tra stelle cadenti e Sagrantino

Notte_San_LorenzoTante stelle cadenti nella notte di San Lorenzo… tanti calici di… vino e stelle da degustare col naso all’insù.

Magnifica la cornice dell’evento: la piazza del comune di Montefalco! Nome appropriato per questo paesino umbro che si staglia sul cucuzzolo del monte, come fosse il nido dell’aquila… ops.. pardon: il nido del Falco! Tutto qui è a portata di mano, di vista, di calici… dove degustare il meraviglioso Sagrantino. Tutto intorno a Montefalco è collina e campagna, e i vigneti incorniciano le creste e cingono gli uliveti, e lo sfondo è il cielo.

Una vista meravigliosa, sia dal basso, che muovendosi con la macchina tra le colline, magari, spostandosi da una cantina all’altra per delle escurszioni enogastronjomiche. Ma questa sera le troviamo a portata di calice in piazza. E si… tante cantine, tante etichette tutelate dal Consorzio, che risplendono tra le stelle cadenti della notte magica di San Lorenzo. E allora tutti alla scoperta del territorio, grazie al meraviglioso sapore del rosso di Montefalco DOC… degli inconfondibili aromi del Sagrantino DOCG. E si, perchè il vino si sa, riesce ad accomunare proprio tutti, dai curiosi agli esperti, dai winelovers… a chi presto lo diventerà.

La kermesse è promossa dal Movimento Turismo del Vino, in collaborazione con le Città del Vino, che anche quest’anno coinvolge più di 200 città e piazze d’Italia, tra degustazioni e tante diverse iniziative culturali. Tra danza e musica, le degustazioni dei vini a partire dalle ore 21.30, per conoscere la cultura del territorio nel bicchiere. La serata culminerà con lo spettacolo “La Notte delle Stelle…Sagrantino e Danza”, organizzato dal Comune di Montefalco.

E quale meravigliosa magia, degustare più vini, assaggiare le diversità dei vino Sagrantino, con le diverse storie delle aziende, il territorio, i terreni, le annate…. perdersi tra storia e arte, prendere tutto con la lentezza e la calma di chi attende una stella cadere, tra un sorso e l’altro, magari nel bicchiere. Ed esprimere i suoi desideri…

E ancora un altro vino.

Isabella Ceccarelli

Autore: Isabella Ceccarelli


Isabella Ceccarelli, classe ’75, giorno e mese fatale: 11 Novembre, data dedicata a San Martino, quando ogni mosto è vino. La contraddistingue una spiccata passione per il vino. Ma anche per l’arte e la poesia. Partecipa a mostre ed è instancabile nello scrivere poesie e pensieri (che vorrebbe mettere in un blog). Tutto legato dall’ormai sconosciuto filo conduttore dei sentimenti e dalla vena di una sottile cultura.
Cell. +39 346 0632204

Leave a Reply

Your email address will not be published.