Gubbio protagonista ad Expo 2015, tra tradizione, cibo e cultura

SBAND1Gubbio è stata protagonista ad EXPO 2015, a Milano, lo scorso 22 giugno, con l’esibizione degli sbandieratori, che hanno avuto il privilegio di raccontare uno dei documenti più affascinanti e importanti del periodo pre-romano: le Tavole Eugubine. Ma, non è stata tralasciata affatto l’attenzione all’alimentazione come essenziale fonte di benessere. Dal cibo senza difetti, definito dalla parola umbra ‘sevakne’, scelta come slogan dell’iniziativa, cibo da offrire agli dei e da consumare in convivi per rafforzare alleanze e legami, si passa al cibo come fonte di salute. Basti pensare al progetto che ha portato, nel territorio di Gubbio, all’introduzione del sale iodato con conseguente eliminazione della patologia del gozzo tiroideo. Proprio questi temi sono stati testimoniati dagli interventi dell’assessore alla cultura Augusto Ancillotti, glottologo e massima autorità nella conoscenza della lingua paleo-umbra, di Diamante Pacchiarini direttore sanitario dell’Azienda Unità sanitaria locale Umbria 1, e di Guido Monacelli medico nutrizionista e tutor scientifico del progetto “Città del ben…essere!!” Il tavolo è stato coordinato dall’assessore al turismo Lorenzo Rughi, che ha ribadito l’importanza di Gubbio e del suo circondario, come una strategia per lo sviluppo turistico di questa splendida città medioevale. Il comune di Gubbio ha un territorio rurale fra i più estesi d’Italia, e la sua ambizione è quella di presentarsi alla domanda con un assortimento di prodotti ben differenziati. Infatti, i prodotti del paniere eugubino, dovranno essere in grado di rispondere alle esigenze e alle motivazioni di turisti diversi, in un’azione di medio e lungo periodo, volta a creare le condizioni e la cultura per far interagire il sistema di offerta territoriale. Siamo consapevoli che l’Italia ha una leadership assoluta a livello mondiale, per tutto quello che ruota intorno al patrimonio culturale e alla qualità dei prodotti agricoli e delle tradizioni culinarie ed enogastronomiche. Proprio questo binomio, declinato in un’infinità di modi, attira flussi di turismo di qualità, sia italiano che estero, in quelle destinazioni che riescono a proporsi con prodotti turistici ben mirati. Gubbio ed il suo territorio hanno avviato, in questa direzione, una strategia legata al ‘turismo del cibo e della cultura’ ». La partecipazione ad Expo 2015, con Gubbio presente per una settimana all’interno del padiglione dell’Anci, e la realizzazione dell’evento del 22 giugno, sono state rese possibili grazie al sostegno economico del GAL Alta Umbria. La giornata ha visto anche protagonista il Gruppo Sbandieratori e Musici Città di Gubbio che si è esibito, con il suo corteo e con i suoi giochi di bandiera, nel Decumano e perfino nel Padiglione Italiano, suscitando curiosità e apprezzamento da parte dei tanti visitatori.

SBAND 2    SBAND3

Isabella Ceccarelli

Autore: Isabella Ceccarelli


Isabella Ceccarelli, classe ’75, giorno e mese fatale: 11 Novembre, data dedicata a San Martino, quando ogni mosto è vino. La contraddistingue una spiccata passione per il vino. Ma anche per l’arte e la poesia. Partecipa a mostre ed è instancabile nello scrivere poesie e pensieri (che vorrebbe mettere in un blog). Tutto legato dall’ormai sconosciuto filo conduttore dei sentimenti e dalla vena di una sottile cultura.
Cell. +39 346 0632204

Leave a Reply

Your email address will not be published.