“Il pianeta che ci ospita”. A Expo Milano 2015 il cortometraggio di Ermanno Olmi

olmi1“Il Pianeta che ci ospita”, è il titolo del cortometraggio che il regista e Ambassador Ermanno Olmi ha realizzato per l’Esposizione Universale, e sarà trasmesso a Expo Milano 2015.
Il film, della durata di undici minuti e prodotto da Movie People, sarà proiettato fino a ottobre, tutti i giorni alle ore 15.00 sul video che si trova all’inizio del Decumano, nello spazio Slow Food Theater (Piazza della Biodiversità) di Expo. “Il pianeta che ci ospita” è il risultato di tre anni di riprese effettuate in tutta Italia, dalla vetta del Monte Bianco sino all’isola di Lampedusa. Il film è un vero e proprio inno alla natura, al rispetto per l’ambiente e all’impegno dei paesi nel garantire cibo, acqua e dignità a ogni essere umano,secondo quello che dovrebbe essere un principio di giustizia che regola la convivenza fra le genti della Terra. Allo stesso modo, e al pari del cibo, i popoli che hanno conquistato attraverso il sacrificio dei loro martiri il privilegio della libertà siano esempio di democrazia e convivenza civile. Tematiche queste che contraddistinguono Expo Milano 2015, che dovrebbero portare ad una presa di coscienza globale, quanto più intima e personale, per agire verso un cambiamento di prospettiva e riuscire a rispettare il nostro pianeta terra e, con esso, l’umanità intera. Olmi ha lavorato per ben tre anni, a titolo gratuito, per girare questo cortometraggio per “Expo 2015 Nutrire il Pianeta”, che è stato presentato in anteprima a Milano, in occasione della “Carta di Milano”. Il cortometraggio sarà proiettato gratuitamente nelle maggiori sale italiane ad ogni spettacolo, prima del film principale. Sono immagini di grande impatto visivo, riprese da Fabio Olmi, direttore della fotografia premio David di Donatello e figlio del regista bergamasco, che raccontano la sostenibilità ambientale e il rapporto dell’uomo con il cibo. sottolineate dalle musiche di Fabio Vacchi, Paolo Fresu e Alessandro Cicognini. “E’ poesia pura, basato un po’ sul senso del debito che noi umani abbiamo nei confronti della natura. Consiglio a tutti di vederlo”, ha detto il commissario unico di Expo, Giuseppe Sala, aggiungendo che è stato “un onore davvero per noi aver lavorato con il Maestro Olmi” Ermanno Olmi, è regista, sceneggiatore, scenografo e produttore cinematografico italiano. ha debuttato nel 1959, con il lumgometraggio”il tempo si è fermato”.Profondamente legato alle proprie origini rurali e modeste, privilegia i sentimenti delle persone “semplici”, il rapporto con la natura, e spesso offre uno sguardo sulla solitudine e sulle sue conseguenze, da qui la scelta di lavorare con attori non professionisti. Ha vinto la Palma d’Oro al Festival di Cannes nel 1978 per “L’albero degli zoccoli” ed è noto al grande pubblico per aver girato capolavori come “La leggenda del santo bevitore”, “Lunga vita alla Signora!” e “Il mestiere delle armi”.

olmi2

Isabella Ceccarelli

Autore: Isabella Ceccarelli


Isabella Ceccarelli, classe ’75, giorno e mese fatale: 11 Novembre, data dedicata a San Martino, quando ogni mosto è vino. La contraddistingue una spiccata passione per il vino. Ma anche per l’arte e la poesia. Partecipa a mostre ed è instancabile nello scrivere poesie e pensieri (che vorrebbe mettere in un blog). Tutto legato dall’ormai sconosciuto filo conduttore dei sentimenti e dalla vena di una sottile cultura.
Cell. +39 346 0632204

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.