Andrea Galanti è il miglior sommelier d’Italia 2015

Miglior_Sommelier_2015_Andrea_GalantiLargo ai giovani, con una preparazione eccellente ma anche tanto entusiasmo e voglia di mettersi in gioco, e questo è il minimo quando si è ambiziosi e si punta in alto. Andrea Galanti di Firenze è il Miglior Sommelier d’Italia 2015. Già Miglior Sommelier AIS della Toscana, vincitore del Master del Soave e del Master del Sangiovese. Il sommelier fiorentino chiude il suo 2015 con il miglior risultato possibile, salendo sul gradino più alto del concorso nazionale, affiancato da un altro toscano, Massimo Tortora di Livorno classificatosi secondo assoluto. Grande la soddisfazione del presidente regionale di AIS Toscana, Osvaldo Baroncelli. Infatti, il concorso è la dimostrazione della passione e della tenacia dei giovani che si avvicinano al mondo della sommellerie e intraprendono questo percorso, con voglia di fare e di vincere e, di sicuro simboleggiano il futuro per l’associazione AIS. Dietro questi risultati c’è tanto lavoro, tanto tempo trascorso a studiare ma anche tanta voglia di far sempre meglio e non sentirsi mai arrivati. Una grande opportunità per AIS Toscana che conferma la validità della propria Scuola Concorsi guidata da Simona Bizzarri, ma soprattutto per i vincitori un importante trampolino per il futuro, fatto di professionalità e opportunità di lavoro e di crescita. Andrea Galanti, giovane sommelier professionista, è titolare dello storico negozio di famiglia Gastronomia Galanti a Firenze, ma anche una punta di diamante per AIS Toscana: Miglior Sommelier della Toscana 2015, ma prima ancora terzo classificato nel 2012 al Premio Alfiere del Prosecco che si è tenuto a Conegliano, nel 2013 e 2014 piazza d’onore al Miglior Sommelier della Toscana, sempre nel 2014 sesto assoluto al Miglior Sommelier d’Italia e nel 2015, prima di salire sul tetto della sommellerie italiana, ha vinto oltre al titolo regionale anche il Master del Sangiovese e il Master del Soave. “Dire che sono felicissimo è riduttivo – ha commentato Andrea Galanti durante la premiazione – dopo il titolo regionale oggi diventare campione italiano è una sensazione che non si può descrivere. Dimostrare di essere preparati non basta: serve anche tanta grinta e quella sicurezza che si acquisisce solo con l’esperienza”. Non è da meno il suo compagno di squadra, Massimo Tortora, titolare a Livorno dell’enoteca “La Cantina di Massimo” che può vantare un curriculum 2015 fatto di importanti affermazioni: primo classificato al Master del Nebbiolo, Master del Vermentino e Master del Lambrusco e secondo classificato al Master del Soave, al Miglior Sommelier della Toscana 2015 e oggi al concorso nazionale. La proclamazione del vincitore del Miglior Sommelier d’Italia – Premio Franciacorta 2015, è arrivata oggi al termine del serrato confronto finale che ha visto contrapporsi ai due toscani il sommelier umbro Maurizio Dante Filippi, nella cornice del Diamond Tower di Milano in occasione del 50° anniversario di AIS Italia, alla presenza tra gli altri del Presidente Nazionale AIS Antonello Maietta.

Isabella Ceccarelli

Autore: Isabella Ceccarelli


Isabella Ceccarelli, classe ’75, giorno e mese fatale: 11 Novembre, data dedicata a San Martino, quando ogni mosto è vino. La contraddistingue una spiccata passione per il vino. Ma anche per l’arte e la poesia. Partecipa a mostre ed è instancabile nello scrivere poesie e pensieri (che vorrebbe mettere in un blog). Tutto legato dall’ormai sconosciuto filo conduttore dei sentimenti e dalla vena di una sottile cultura.
Cell. +39 346 0632204

Leave a Reply

Your email address will not be published.