Tapas: una giornata mondiale!

tapas-spagnaROMA – Roma si prepara ad accogliere la giornata mondiale delle Tapas per il secondo anno consecutivo, che verrà celebrata il 16 giugno, in concomitanza con ben 30 paesi in tutto il mondo. Un appuntamento internazionale con la cultura gastronomica spagnola. L’iniziativa è stata lanciata nel 2010 da Turespaña, in collaborazione con Saborea España, che ha indetto una Giornata Mondiale delle Tapas per rendere omaggio a un elemento essenziale della cultura gastronomica spagnola. Le tapas, quindi, saranno celebrate in tutto il mondo ogni anno, nel terzo giovedì del mese di giugno. E la città di Roma, ha risposto all’appello con entusiasmo, memore di uno straordinario successo di pubblico e strutture partecipanti riscosso dall’iniziativa lo scorso anno. In occasione di questa V edizione l’evento si terrà per la prima volta contemporaneamente in oltre 30 paesi con l’obiettivo di creare un appuntamento internazionale promotore della “cultura delle tapas” e di incentivare il turismo in Spagna attraverso la cultura e la conoscenza della propria gastronomia. Più di 30 uffici turistici all’estero, organizzazioni imprenditoriali, chef e istituzioni, saranno coinvolti attraverso Turespaña nella celebrazione della tapa, protagonista in città quali Roma, Milano, Parigi, Miami, New York, Tokyo, Oslo e Buenos Aires. L’Ambasciata di Spagna – Ufficio del Turismo nella città di Roma vedono coinvolti locali, alberghi e ristoranti che in questa giornata includeranno nella loro offerta diversi tipi di tapas proponendo una versione personale e nello stesso tempo il più possibile vicina all’originale. Nella selezione figurano due realtà spagnole prestigiose come i ristoranti degli Hotel Gran Meliá Rome Villa Agrippina e NH Collection Roma Palazzo 500, accanto ad indirizzi più semplici e caratteristici come Toros y Tapas, Tapas Gourmet Principe, El Patio, El Duende e La Taberna de Pedro. Accanto agli spagnoli, a testimonianza della partecipazione cittadina, numerosi ristoranti romani si metteranno alla prova nell’impresa offrendo una selezione speciale quanto invitante. Una mappatura che copre quasi l’intera città con proposte per tutti i gusti! E allora, a tutta Tapas!!!! un piatto che fa parte della tradizione e della cultura gastronomica spagnola fin dal XVII secolo, quindi una tradizione centenaria. Contrariamente a quanto spesso si crede, non si identificano con un cibo in particolare bensì in un “modo di servire”. Con il termine Tapas, si indicano una grande varietà di preparazioni che derivano dall’antica tradizione di coprire, appunto Tapar in spagnolo, il bicchiere di vino per evitare che vi entrassero insetti. E la copertura del bicchiere veniva fatta con un pezzo di pane o di prosciutto. La tapa, infatti, è un piatto servito in piccole porzioni per accompagnare un buon bicchiere di vino. Negli anni il consumo delle tapas è però diventato qualcosa che va oltre l’idea dell’assaggio di una piccola porzione di un alimento. Sono diventate un vero e proprio stile, di un modo di mangiare, di un’esperienza sociale legata alla convivialità. Secondo gli esperti ci sarebbero una serie di elementi comuni da attribuire al significato delle tapas a livello internazionale come la qualità degli alimenti, il sapore, l’ambiente, l’informalità del servizio, il mangiare in piedi e la buona compagnia. Oggi le tapas appartengono all’avanguardia della cucina occidentale, sono diventate un elemento essenziale dell’offerta turistica spagnola e ammettono praticamente ogni tipo di prodotti e preparazioni. E, non viene lasciata da parte la tradizione e i prodotti tipici della fascia del Mediterraneo. Da qui il progetto di un riconoscimento a livello internazionale culminato nella scelta di dedicare alle tapas una giornata che il 16 giugno sarà celebrata in tutto il mondo.

L’hashtag usato a livello internazionale per questa giornata è :

#Tapasday
Hashtag Fan Page Facebook Italia/Roma: #TapasdayRoma
Maggiori dettagli sul sito: 
http://www.spain.info/it/tapasdayroma2016
Facebook: 
www.facebook.com/spain.info.it/

Isabella Ceccarelli

Autore: Isabella Ceccarelli


Isabella Ceccarelli, classe ’75, giorno e mese fatale: 11 Novembre, data dedicata a San Martino, quando ogni mosto è vino. La contraddistingue una spiccata passione per il vino. Ma anche per l’arte e la poesia. Partecipa a mostre ed è instancabile nello scrivere poesie e pensieri (che vorrebbe mettere in un blog). Tutto legato dall’ormai sconosciuto filo conduttore dei sentimenti e dalla vena di una sottile cultura.
Cell. +39 346 0632204

Leave a Reply

Your email address will not be published.