Dieci candeline per Eataly

Per Oscar Farinetti, la visone del futuro ha le sue basi consolidate nei valori della tradizione.

Eataly-Milano-SmeraldoTORINO – Eataly, festeggia il decimo compleanno e dedica la festa e l’anno presente al proprio futuro senza mai smettere di valorizzare il passato, con la consapevolezza che il mondo dell’enogastronomia è in continuo movimento ed evoluzione. Nata nell’ex opificio Carpano al Lingotto di Torino, dall’intuizione di Oscar Farinetti, sa benissimo che c’è ancora molto da scoprire e capire per diffondere una “cultura del cibo” davvero consapevole. Attraverso una instancabile ricerca il format, con la guida di Slow Food continua a cercare nuovi prodotti e piccoli produttori in grado di allargare l’offerta dei negozi e di meglio rappresentare le tradizioni italiane ed il made in Italy più autentico. Continuerà in modo sempre più sentito anche il racconto delle meravigliose storie che contraddistinguono i piccoli produttori, rivolto ad aprire un vero e proprio dialogo con i clienti stessi che potranno far conoscere le loro aspettative nei confronti del futuro e che Eataly può impegnarsi a realizzare per loro. Insomma, “La tradizione nel futuro”, che poi, è anche il titolo della conferenza stampa, che si terrà il 27 gennaio al Lingotto. Era il 27 gennaio 2007 e si inaugura il primo spazio dove poter mangiare, comprare e imparare il meglio delle grandi eccellenze regionali italiane. Da allora, Eataly ha aperto altri 20 punti vendita in  Ogni negozio è però unico e distinto come i membri di una famiglia: stessi valori ma caratteristiche diverse, figlie del territorio e delle tradizioni. Ogni spazio inaugurato in Italia è un edificio recuperato, riportato in vita mantenendo i tratti distintivi della sua identità: luoghi rinnovati, che partecipano attivamente alla vita delle città, contribuendo così al rilancio di interi quartieri e divenendo punto di riferimento per tutti i cittadini. In questi primi dieci anni Eataly ha raccontato le storie dei migliori produttori italiani offrendo eccellenze enogastronomiche con l’obiettivo di farle diventare popolari e non più di nicchia. In tutti i punti vendita trovano ampio spazio tutte le diverse tradizioni gastronomiche regionali che insieme celebrano il primato della biodiversità italiana, divulgata con passione attraverso percorsi didattici, corsi di cucina e di degustazione organizzati con l’obiettivo di sensibilizzare tutti, bambini e adulti, nella scoperta della stagionalità del cibo, sostenendo sempre una scelta di prodotti di qualità al giusto prezzo. Nascono così meravigliose esperienze ricche di emozioni, che ci coinvolgono ed ispirano.

Isabella Ceccarelli

Autore: Isabella Ceccarelli


Isabella Ceccarelli, classe ’75, giorno e mese fatale: 11 Novembre, data dedicata a San Martino, quando ogni mosto è vino. La contraddistingue una spiccata passione per il vino. Ma anche per l’arte e la poesia. Partecipa a mostre ed è instancabile nello scrivere poesie e pensieri (che vorrebbe mettere in un blog). Tutto legato dall’ormai sconosciuto filo conduttore dei sentimenti e dalla vena di una sottile cultura.
Cell. +39 346 0632204

Leave a Reply

Your email address will not be published.