CPIA: Corso di in-formazione sui problemi dei migranti

Il CPIA 1 PG (Centro Per l’Istruzione degli Adulti), ha indetto per i giorni 8, 9, 12, 13 Febbraio, un corso di formazione per docenti “CPIA IN- FORMAZIONE”

cpia-fotografiaL’Umbria vanta una lunga tradizione di interventi legislativi in favore dell’immigrazione, fin dagli anni novanta infatti si è dotata di strumenti normativi finalizzati all’accoglienza, all’integrazione e alla comprensione del fenomeno migratorio. Sensibilità che si ritrova  in tema di asilo essendo l’Umbria una delle prime regioni che ha aderito al sistema di accoglienza nazionale. In quest’ottica il CPIA 1 PG (Centro Per l’Istruzione degli Adulti), ha indetto per i giorni 8, 9, 12, 13 Febbraio presso i locali della scuola in via Cestellini a Ponte San Giovanni, un corso di formazione per docenti “CPIA IN- FORMAZIONE”. I lavori, saranno presieduti dalla Dirigente del Centro, Dott.ssa Angela Maria Piccionne.

Nelle 4 giornate verranno trattati diversi punti inerenti alla attività didattica e all’utenza specifiche dei CPIA:

– aspetti normativi sulle tipologie del soggiorno dei cittadini in Italia, ed in particolare sul percorso di accoglienza dal CAS(Centri di Accoglienza Straordinaria) allo SPRAR(Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) con gli interventi di Luisa Concetti del CIDIS, onlus che gestisce il servizio di accoglienza ‘migranti’; Abderamane Berthet che analizzerà i problemi derivanti dalla partenza dal paese di provenienza e l’arrivo in Italia con conseguenti aspettative e bisogni;Nevin Pecorelli con“La scuola di italiano nei CAS”, Elena Severini e Alessandro Broccatelli  che lillustreranno l’organizzazione di CAS e SPRAR”; particolare attenzione sarà data poi agli operatori ed al loro ruolo all’interno delle due strutture operanti in Umbria con Chiara Buono, operatore sanitario; Charly Keli responsabile convivenza; Giulia Rogolino operatore legale; Chiara Cantoni, operatore orientamento al lavoro e inserimento sociale e abitativo.

Nei giorni a seguire,

– le pratiche di educazione civile promosse dalla Giustizia Minorile umbra: formazione e lavoro, a cura di Patrizia Arbato, dell’Ufficio Servizio Sociale Minorenni,

– la mente dell’adulto non alfabetizzato in situazione di apprendimento con Paola Casi esperta CPIA Reggio Emilia;

– il rapporto tra scuola e carcere; che vedrà l’intervento dei dirigentoi delle due strutture penitenziarie umbre,Bernardina di Mario, direttrice del Nuovo complesso penitenziario di Capanne- Perugia  e Marco Piersigilli, comandante della Casa di Reclusione di Spoleto.

A conclusione delle giornate di lavoro i docenti relazioneranno su seminari e corsi di formazione che li hanno visti impegnati nel corso del 2017 in Veneto,Abruzzo, Toscana e Campania.

Bruno Mohorovich

Autore: Bruno Mohorovich

Nato a Buenos Ayres il 3/3/1953, figlio di genitori istriani, riparati in Argentina a seguito dell’esodo, attualmente vive a Perugia, dove insegna Italiano per Stranieri al CPIA (Centro Provinciale per l’ Istruzione degli Adulti). Laureato in Sociologia e Lettere si è sempre occupato di critica cinematografica e didattica del cinema nella scuola; ha collaborato come critico con il settimanale diocesano “La Voce” e con “Umbria Radio” (ex “Radio Augusta Perusia”). Si occupa anche di didattica della televisione. Presso la Biblioteca di Villa Urbani, fa parte del gruppo di autoscrittura “Tempo per sè” con il quale ha curato eventi di scrittura e pittura. Critico d’arte, ha organizzato alcune collettive con artisti marchigiani ed umbri.
Ha curato la pubblicazione “Saulo Scopa – fotografie e cortometraggi 1998 – 2008”, “Cinema in… – 3 voll.” per le edizioni AIART – Associazione Spettatori, il libro “Nuovo Cinema…scuola” per Era Nuova ed è in via di pubblicazione per i tipi della Bertoni Editore, il libro di poesie “Storia d’amore – una fantasia”.
Nel 2015 ha diretto il corto sul XX Canto dell’Inferno della “Commedia” di Dante, nell’ambito delle celebrazioni per la nascita del sommo poeta, promosso dalla Loescher Editrice e dall’Accademia della Crusca ottenendo il Primo premio exaequo alla Fiera Internazionale del libro di Torino. L’opera è stata realizzata con gli studenti del CLA (Centro Linguitico Ateneo – ‘Università agli Studi di Perugia) coordinati dalla Prof.ssa Catia Mugnani; ha pubblicato per i tipi della Bertoni Editore la raccolta di poesie “Storia d’amore – una fantasia” (2015) e la raccolta di scritti “La città tra desiderio e utopia”(2016).

Leave a Reply

Your email address will not be published.