L’arte italiana miete successi alla Biennale di Saint Paul de Vence

L'artista Cesare Catani, continua a stupire sia pubblico che critica internazionale grazie alle sue originali opere

L’artista Cesare Catania all’inaugurazione della Biennale di Saint Paul de Vence
L’artista Cesare Catania all’inaugurazione della Biennale di Saint Paul de Vence

Saint Paul de Vence (Francia) – L’arte italiana continua a mietere successi nel mondo. Alla Biennale d’arte di Saint Paul de Vence il pubblico ha “stravisto” per la nuova scultura in polvere di marmo bianco e resti di meteorite dell’italiano Cesare Catania. Dopo lo strepitoso successo ottenuto in Costa Azzurra, l’artista continua quindi a stupire sia pubblico che critica internazionale grazie alle sue originali opere.

Sabato 21 luglio 2018 scorso il pubblico è rimasto incantato nell’ammirare per la prima volta dal vivo la scultura in polvere di marmo e frammenti di meteorite del pittore e scultore italiano.

La scultura, intitolata “Il Cuore della Terra – B Version”, è stata posizionata proprio all’ingresso della capitale dell’arte francese, rappresentando in un solo oggetto tutta l’eleganza e l’armonia di semplici poligoni tridimensionali abbracciati tra loro, con la piramide e la sfera al centro di tutto.

Si tratta di una scultura di arte contemporanea che si collega ad una precedente opera d’arte in legno e acrilico realizzata dallo stesso artista tra il 2012 e il 2015, intitolata appunto “Il Cuore della Terra – A Version”.

La scultura “Il Cuore della Terra – B Version” trae infatti ispirazione dallo stesso concetto di forza ed energia che sprigiona la Terra ed è stata realizzata in polvere di marmo di Carrara e cemento bianco.

Per dare ancora maggiore enfasi all’aspetto energetico, l’artista ha voluto combinare nella miscela anche i resti di un meteorite. L’origine di quest’ultimo e la datazione storica del corpo proveniente da migliaia di anni luce sono controversi: l’unico dato certo è che si tratta di frammenti appartenenti al meteorite catalogato dagli enti ufficiali e dalla Nasa come “Meteorite Gibeon”, caduto in epoca preistorica nella regione meridionale della Namibia (Africa) e alcuni pezzi del quale sono esposti nei musei di geologia più famosi al mondo.

In questa opera d’arte Cesare Catania ha voluto concentrare tutta la forza degli elementi considerati di maggiore impatto energetico: la pramide rovesciata e la sfera, la polvere di marmo proveniente dalla Terra e i frammenti di meteorite proveniente dall’Universo.

La scultura è stata installata giovedì 19 luglio 2018 ed è stata ufficialmente presentata al pubblico due giorni dopo, con tanto di vernissage e taglio del nastro rosso, sotto la supervisione e l’organizzazione della galleria d’arte contemporanea ODD Gallery di Anne Turtaut. Presenti durante l’evento anche VIP come Anastasiya Vrublevskaya.

Cesare-Catania-Contemporary-Artist-Saint-Paul-de-Vence-Exhibition-5

Leave a Reply

Your email address will not be published.