Gran Festival Internazionale della Zuppa di Bologna

Aperte le iscrizioni al Festival della Zuppa di Bologna! Al via anche la campagna di crowdfunding per scaldare la XII edizione della popolarissima gara ludica di zuppe: “SOUPport the Soup: la scintilla sei tu!”

Partecipare alla gara di zuppe è gratis e divertente. Per iscriversi basta compilare il modulo online completo dei propri riferimenti, nome e ricetta della zuppa. Per sostenere il festival promosso dall’Associazione Culturale Oltre… è stata lanciata una campagna di crowdfunding su Produzioni dal Basso. “SOUPport the Soup: La scintilla sei tu!” è un invito a sentirsi parte del percorso del festival perché, usando una metafora gastronomica, sebbene gli ingredienti ci siano tutti, senza quella scintilla che permette di scaldarla non è realmente possibile creare e condividere una buona zuppa

Logo_FestivalZuppa2019BOLOGNA – È ufficiale: torna il Gran Festival Internazionale della Zuppa (www.facebook.com/FestivalDellaZuppaBologna), la gara ludica gastronomica più “popolare” di Bologna!
Gratuita, folclorica, multiculturale, intergenerazionale e di respiro internazionale, la storica festa di strada animata da artisti, assaggiatori e “zuppanti” in gara quest’anno avrà luogo domenica 5 maggio 2019 al Parco Pier Paolo Pasolini del Pilastro di Bologna (Quartiere San Donato – San Vitale) per celebrare in compagnia l’anniversario della Liberazione, i diritti di tutti i cittadini al Lavoro e i valori fondamentali di una convivenza civile pacifica e inclusiva.
Da pochissimi giorni sono finalmente aperte le iscrizioni per concorrere come “zuppanti”: è sufficiente compilare e inviare il modulo online completo dei propri riferimenti, nome e ricetta della zuppa che si vuole proporre.
L’iscrizione e la partecipazione sono gratuite: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSfmDqWGRv8JU_LzVn0hn8n58s_mvkO1Ii3Pgm_q_Ksm6Tmi_A/viewform.
La gratuità, il coinvolgimento reale dei cittadini e il carattere ludico sono da sempre i principi su cui si basa il festival. Piatto popolare per eccellenza in quanto economicamente alla portata di tutti, creativo e diffusissimo in tutto il mondo, la zuppa è metafora e pretesto di incontro e condivisione di sapori e saperi, ma soprattutto di persone di differenti età/origini/background culturale/professioni/tradizioni culinarie.
Giunto alla sua XII edizione, il festival è reso possibile da un’ampia rete di collaboratori quali associazioni, artisti e cittadini che di edizione in edizione s’inzuppano volontariamente mettendo a disposizione tempo, passione e competenze. Dal lato economico è quasi ormai interamente sostenuto dall’Associazione Culturale Oltre…, sua storica promotrice dal 2006 e attiva da oltre 20 anni sul territorio nella diffusione di progetti di animazione urbana ludici, artistici e conviviali che coinvolgano realmente i cittadini rendendoli protagonisti del processo creativo. Senza scopo di lucro, l’associazione propone da sempre le sue iniziative in forma gratuita, ad offerta libera e consapevole o a prezzi ampiamente popolari.
Per questo motivo, a fronte dei numerosi e onerosi adempimenti richiesti per organizzare in sicurezza una manifestazione culturale all’aperto e aperta a tutti (in bolognese “par tòt”), si è resa necessaria l’attivazione di una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Produzioni dal Basso che rivela: Gli ingredienti ci sono tutti, però… Niente zuppa senza fuoco! SOUPport the Soup: la scintilla sei tu! (sostieni.link/21071).
Rivolto a quanti riconoscono il valore inclusivo e socio-culturale del festival, l’invito è a sentirsi parte del suo percorso perché, usando una metafora gastronomica, sebbene gli ingredienti ci siano tutti, senza quel calore che permette di scaldarla e cuocerla non è realmente possibile creare e condividere una buona zuppa.
Il trailer della campagna è stato realizzato da Marsala & Lisa Russo (www.marsalaproject.net). Il logo del festival che quest’anno vede gli storici protagonisti Gatto & Pollo volare liberamente in aria è a cura dell’illustratrice Chloè Perarnau (chloeperarnau.fr).
Il XII Gran Festival Internazionale della Zuppa di Bologna ha ricevuto il patrocinio del Quartiere San Donato – San Vitale del Comune di Bologna che lo ha accolto e ospitato nelle sue recenti edizioni e vede come media-partner l’emittente Radio Città Fujiko (www.radiocittafujiko.it).

Associazione Culturale Oltre…
L’Associazione Culturale Oltre… nasce a Bologna nel 1997 con l’obiettivo di attivare sul territorio progetti di animazione urbana inclusivi, partecipati ed eco-sostenibili, intergenerazionali e interculturali, che rappresentino occasioni di socialità, formazione, convivio e scambio di competenze.
Composta da italiani, stranieri, professionisti e volontari che operano nei settori sociale, culturale, educativo e artistico, in oltre 20 anni di attività, ha sviluppato una rete capillare di collaborazioni a livello locale, nazionale e internazionale.
L’Associazione, in particolare, promuove il coinvolgimento reale dei cittadini in progetti ludico-artistici e conviviali che li rendano protagonisti del processo creativo. Tra i principali realizzati: FEST-FESTival – Bologna Interculture Festival, Gran Festival Internazionale della Zuppa di Bologna, Pilastrada e Par Tòt Parata.
Nel marzo 2007 ha scelto di aderire ad ANCeSCAO (Associazione Nazionale dei Centri Sociali Ricreativi Culturali ed Orti) sottolineando l’impronta intergenerazionale e interculturale che la caratterizza da sempre.
La sua storica sede è il b.u.c.o. (BolognaUnaCittàOltre) in via Zago, sotto il ponte di via Stalingrado, uno spazio-laboratorio dove nel 2012 è stato avviato il progetto di cittadinanza attiva z.a.a.g.o. (zona agro-artistica giardino orto) per riqualificare l’area antistante e renderla un’isola green di socializzazione ed aggregazione.
Nel 2014 ha davo vita a Camere d’Aria – Officina polivalente delle Arti e dei Mestieri di Bologna, trasformando la porzione di un’ex fabbrica situata in via Guelfa 40/4 (zona Massarenti) in un luogo di accoglienza aperto a tutti e tutte dedicato alla creatività, alle arti performative, ai mestieri artigianali.
Camere d’Aria dispone di ampi spazi polivalenti dove mettere in scena spettacoli, provare, organizzare rassegne teatrali, seminari, laboratori, presentazioni di libri, eventi conviviali ed altro ancora; un’ampia cucina professionale per l’ospitalità e l’autogestione degli scambi interculturali; una sartoria creativa e teatrale; un’officina-falegnameria con attrezzi e banchi di lavoro dove poter costruire liberamente; un grande magazzino pieno di materiali di recupero; una ciclo-officina popolare dove poter riparare la propria bicicletta o chiederne una in prestito. Grazie alle sue “residenze artistiche”, ha inoltre la possibilità di ospitare gli artisti che realizzano workshop e spettacoli, dando vita ad uno scambio di competenze e metodi di lavoro.
Entrambi gli spazi coinvolgono artisti, artigiani, volontari europei o internazionali e residenti locali in una rivisitazione creativa delle pratiche di quartiere.Nel 2018 l’Associazione Oltre… è entrata nei circuiti TEH – Trans Europe Halles, network europeo di centri culturali promossi da artisti e cittadini (teh.net) e RICCI, Rete Italiana di Centri Culturali Indipendenti.

FONTE: Ufficio Stampa Associazione Culturale Oltre…

Press Italia

Autore: Press Italia