Dalla Terra alla Luna, da Leonardo allo sbarco di 50 anni fa, il Cicap Fest alla II edizione

Paolo Nespoli
Paolo Nespoli

Una caratteristica che contraddistingue gli esseri umani è la curiosità: dagli uomini delle caverne agli esploratori delle missioni spaziali, l’uomo si è sempre chiesto chi è, da dove viene, dove andrà. Il 2019 si caratterizza per due grandi anniversari legati alla curiosità dell’uomo: i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci e i 50 anni dallo sbarco sulla Luna. Ed è intorno a questi due grandi momenti nella storia dell’umanità che ruota la seconda edizione del CicapFest, il Festival della scienza e della curiosità, che si terrà a Padova dal 13 al 15 settembre dedicato al percorso che va da Leonardo da Vinci alla conquista dello spazio.
La manifestazione presentata oggi è promossa dal Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze, fondato da Piero Angela che ne è il presidente onorario, in collaborazione con l’Università, il Comune e la Provincia di Padova, con il riconoscimento del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. I patrocini sono della Regione Veneto, dell’Istituto Superiore di Sanità e della Camera di Commercio di Padova, e hanno il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e la Fondazione Antonveneta.
Il genio di Leonardo e l’astro lunare sono due simboli suggestivi, due grandi richiami per il pubblico. Ma anche importanti stimoli per riflettere sulle sfide che il mondo contemporaneo presenta in ogni ambito della conoscenza. Dalle conquiste della medicina ai rischi creati da idee pseudoscientifiche sui temi della salute, dalla scarsità di cibo alle conseguenze del riscaldamento globale. Lo scopo, spiega Massimo Polidoro, segretario del Comitato e fondatore dell’evento, è duplice: da un lato “condividere i grandi progressi della scienza, stimolando anche in maniera divertente la curiosità dei partecipanti, dall’altro fornire al pubblico punti di riferimento e strumenti di indagine acquisiti dalla scienza per orientarsi tra verità e bugie di ogni giorno”.
Saranno presenti a Padova alcuni tra i più bei nomi della divulgazione, della scienza e del panorama culturale italiano e internazionale, tra i cui Piero Angela, l’astronauta Paolo Nespoli, l’astrofisica Sandra Savaglio, il fisico Guido Tonelli, tra i fautori della scoperta del bosone di Higgs, il farmacologo Silvio Garattini, il giornalista Paolo Mieli, il fisico Roberto Battiston, già presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, il filosofo Massimo Pigliucci del City College di New York.
E poi il cronista inglese Brian Deer, artefice dell’inchiesta che ha smascherato la bufala del legame tra vaccini e autismo, la fisica Lucia Votano, già direttrice del Laboratorio Nazionale del Gran Sasso, Peter Wadhams, docente di fisica degli oceani a Cambridge e massimo esperto di ghiacci marini, lo psicologo inglese ed esperto di “quirkologia” (la scienza dell’insolito quotidiano) Richard Wiseman, il neuroscienziato Sergio Della Sala, l’antropologo Giorgio Manzi, il filosofo della scienza Telmo Pievani, l’immunologa Antonella Viola.
Per la cultura e lo spettacolo ci saranno Marco Malvaldi, Raul Cremona, Davide Calabrese, Francesco Lancia, Alfredo Castelli, divulgatori di youtube con i loro canali dedicati alla scienza come Adrian Fartade, Beatrice Mautino, Luca Perri e tanti altri.
Il CicapFest si svolgerà da venerdì 13 settembre a domenica 15 settembre, con una serata di benvenuto giovedì 12 (all’Auditorium dell’Orto Botanico) trasformando il centro storico in una palestra intellettuale dove stimolare la propria curiosità, esercitare il proprio senso critico. Il Festival prevede oltre 200 incontri, tra conferenze, dibattiti, spettacoli, laboratori, workshop, seminari, performance, mostre, esperienze virtuali, gite e visite guidate e si svolgerà contemporaneamente su più sedi, tra cui Palazzo Bo, Palazzo Moroni, Palazzo Santo Stefano, Orto botanico, Sala dei Giganti, Musme, Teatro Verdi e Caffè Cavour, oltre che nelle piazze e nelle strade del centro.
Si è pensato anche ad iniziative capaci di avvicinare i partecipanti all’esperienza dello sbarco lunare: come The Moon, a cura dell’Officina del Planetario di Milano, dove indossando visori a 360° le persone vivranno un’esperienza immersiva, che inizierà dalla rampa di lancio del Saturno V fino al primo passo di Neil Armstrong sul suolo lunare.
Il programma è stato presentato oggi a Palazzo Bo a Padova, da Massimo Polidoro, Rosario Rizzuto, Rettore dell’Università di Padova, Sergio Giordani, sindaco di Padova, Andrea Colasio, Assessore alla Cultura del Comune di Padova, Fabio Bui, Presidente della Provincia di Padova. La grande maggioranza degli eventi sarà gratuita e, per partecipare, basta registrarsi sul sito del cicapfest.it.

FONTE: AdnKronos

Press Italia

Autore: Press Italia

Agenzia di informazione fondata e diretta da Mauro Piergentili. Tra i suoi servizi news e comunicati stampa: Arte, Cultura, Enogastronomia, Economia, Esteri, Scienza, Cinema, Teatro, Turismo,...