Martin Kalff presenta a Roma il suo Ascoltando il corpo

Martin Kalff presenta a Roma il suo Ascoltando il corpo
Arpa mani psicologa Sebastianelli

Lo presenterà lo stesso autore a Roma, sabato 8 giugno, alle ore 18 nella sede del Cimi (Centro italiano di medicina integrata) in Via Vincenzo Monti, 12. L’evento ha il patrocinio dell’Aispt (Associazione italiana sandplay therapy) e dell’Arpa (Associazione per la ricerca in psicologia analitica). Sarà moderato dal curatore del libro, Paolo Ferliga. Interverrà Andreina Navone, psicologa e analista junghiana, una delle prime ad avere portato il gioco della sabbia in Italia, membro fondatore e didatta dell’Aispt e dell’Isst. L’incontro sarà accompagnato dall’arpa celtica di Sira Sebastianelli e Giulia Bertinetti dell’Ensemble Sinetempore Harp Attack.
Il gioco della sabbia è una terapia ideata da Dora Kalff attingendo alla Tecnica del mondo di Margaret Lowenfeld, permeandola dei principi della psicologia analitica di C.G. Jung, di cui era allieva e amica, e della sua conoscenza delle filosofie e religioni orientali. In questo tipo di terapia al paziente viene proposto di giocare con la sabbia e con delle figure rappresentanti il mondo in miniatura e di osservare le immagini che spontaneamente nascono dal gioco. Dora Kalff riconobbe nella successione dei diversi quadri di sabbia, nell’utilizzo degli oggetti e dei personaggi, nel trattamento che il paziente riservava alla sabbia, l’emergere del processo di individuazione descritto da C. J. Jung, processo che porta al Sé, alla possibilità di sviluppo della persona proprio perché col gioco della sabbia energie trattenute a livello profondo vengono liberate.
Il gioco della sabbia utilizzato inizialmente nella terapia di bambini affetti da nevrosi d’angoscia, arresto nell’apprendimento, nello sviluppo del linguaggio, difficoltà nelle relazioni, con problemi psicosomatici, è stato successivamente esteso agli adulti. È oggi diffuso in diversi paesi del mondo anche grazie alla nascita dell’International Society for Sandplay Therapy che riunisce diverse Società nazionali.
In questo volume edito da Moretti&Vitali, il figlio di Dora Kalff, Martin, sviluppa in modo originale il metodo confrontandosi con le più recenti ricerche delle neuroscienze e focalizzando l’attenzione sulla risonanza che le immagini delle sabbie suscitano nel corpo del terapeuta e del paziente. Impiega a tale scopo, tecniche, come la meditazione di consapevolezza, che insegnano ad essere attenti alle emozioni e a ciò che il corpo sente nel momento presente e strumenti creativi come la danza, la pittura, la scrittura, la musica. Il nuovo metodo viene illustrato nel libro anche attraverso la presentazione di alcuni casi clinici di terapeuti italiani che dal 2007 partecipano al Gruppo di supervisione di Zollikon, condotto da Martin Kalff.

FONTE: AdnKronos

Press Italia

Autore: Press Italia

Agenzia di informazione fondata e diretta da Mauro Piergentili. Tra i suoi servizi news e comunicati stampa: Arte, Cultura, Enogastronomia, Economia, Esteri, Scienza, Cinema, Teatro, Turismo,...