È stato presentato oggi alla stampa, presso la sala interna all’ANICA di Roma, il film francese IL MISTERO HENRY PICK, di Rémi Bezançon con Fabrice Luchini, adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo dell’eclettico scrittore parigino David Foenkinos, nelle sale italiane dal 19 dicembre prossimo

Il-mistero-Henri-Pick-locIl romanzo IL MISTERO HENRI PICK è edito in Italia da Mondadori che, per l’occasione dell’uscita del film in sala, pubblica una nuova edizione fascettata di questa storia misteriosa e affascinante. L’autore, David Foenkinos, classe 1974, vincitore dei più prestigiosi premi letterari francesi che ha già al suo attivo 16 libri tra romanzi, una biografia su John Lennon e narrativa per l’infanzia tradotti in 15 lingue e più della metà editi in Italia.
Veniamo alla sinossi di questa brillante commedia francese. In Bretagna c’è una singolare biblioteca dedicata ai manoscritti rifiutati dagli editori. È qui che una giovane editor scova un testo destinato in pochissimo tempo a diventare un best seller. L’autore è il misterioso Henri Pick, un pizzaiolo scomparso da due anni, che nella sua vita non sembra aver mai scritto altro che la lista della spesa! Qual è la verità? Sospettando un caso costruito a tavolino, il famoso critico letterario Jean Michel Rouche (Fabrice Luchini, vincitore della Coppa Volpi per “La Corte”), inizia ad indagare convinto che dietro il pizzaiolo si celi uno scrittore vivente, e fa di tutto per scoprirlo affiancato da Joséphin Pick, figlia di Henri, (interpretata da Camille Cottin, protagonista della serie Netflix “Call My Agent”). Una commedia e brillante e sorprendente, ma anche un thriller letterario, il giallo dello scrittore improbabile.
Il regista Bezançon racconta: “Mentre leggevo per la prima volta il romanzo emergeva chiaramente la figura di Fabrice Luchini, attore con cui desideravo lavorare da tantissimo tempo. Quindi abbiamo scritto la sceneggiatura pensando esattamente a lui, perché credo che Fabrice sia l’attore più letterario che abbiamo in Francia, ed anche quando calca il palcoscenico teatrale ama spesso leggere testi letterari e non esiste altro attore capace di improvvisare una scena imitando Marguerite Duras”.
Una storia nel cuore della Bretagna che appassionerà più fasce di pubblico secondo noi. Chi ama il cinema francese in generale, ma anche chi lo detesta, perché nelle sale italiane, dal 19 dicembre, faranno bene a ritrovarsi gli amanti della commedia più intelligente, e quelli che gradiscono il genere thriller anche se più leggero, ma pur sempre molto intelligente e brillante. Poi, anche i frequentatori delle biblioteche si ritroveranno in un certo senso rappresentati sul grande schermo, e quando guarderanno questo film comprenderanno appieno questa nostra frase.

coverlg_home

Avatar

Autore: Franco Baccarini

Scrittore, saggista, autore di articoli per giornali cartacei e telematici, di testi per il teatro e di cortometraggi. Teatrografia 2007 – Autore del dramma in atto unico “Insostituibili assenze”. Filmografia 1996 – Soggettista, sceneggiatore e regista del video-clip “Anatomia dell’altro volto di una metropoli”. 2012 – Soggettista e sceneggiatore del cortometraggio “La ragazza e il mare” (regia di E. Colombo). 2013 – Soggettista e sceneggiatore del cortometraggio “Un amore da proteggere” (regia di L. Greco). Bibliografia 1996 – “Il rapporto tra cinema e romanzo” (Centro Studi Cinematografici). 1999 – “Francois-René de Chateaubriand a Roma e dintorni” (Lazio Ieri e Oggi). 2004 – “L'amore nel cinema” (Il Filo Rosso). 2007 – “Cinema e tecnologia” (Il Filo Rosso). 2007 – “Appunti sul rapporto tra cinema e romanzo” (Il Filo Rosso). 2008 – “Bioetica animalista. Dagli aspetti socio-filosofici alle applicazioni pratiche nella sperimentazione clinica dei farmaci” (Edizioni Universitarie Romane). 2009 – “La Tecnoetica nel Cinema. Bioetica del Futuro” (Edizioni Palombi). 2010 – Capitolo “Tecnoetica nel Cinema” all’interno del volume “Tecnicizzare l’uomo o umanizzare la tecnica?” (Edizioni LEV), di Autori Vari. 2012 – “Tecnoetica e Cinematografia” (Edizioni Universitarie Romane). 2013 – “Tecnoetica e Cinematografia (in versione e-book)” (Edizioni Universitarie Romane).