I vini umbri “non temono confronti” e ancora sotto i riflettori in Francia al Wine Paris (10-12 febbraio) fino a domani

Le prossime tappe per lo stand collettivo Umbria Top Wines

Umbria top Wine Paris-inPARIGI – Trasferta francese per i vini umbri al Wine Paris, nello stand collettivo Top Wines! La manifestazione sta crescendo sempre più e pone l’attenzione non solo sui vini francesi, ma anche sulle eccellenze che provengono dal’estero, orientandosi su un mercato internazionale; e l’Umbria, non poteva di certo mancare!
L’Umbria del vino è volata per la prima volta a Parigi al Wine Paris in un contesto di livello internazionale insieme a 2.220 espositori da tutto il mondo, forte della precedente esperienza al Bellavita Expo di Amsterdam.
E’ sempre il claim ‘Umbria wine experience’ a promuovere i vini della regione con la comunicazione targata Umbria Top – anche grazie all’immagine scelta per lo stand – che questa volta ha voluto promuovere l’esperienza in vigna che il produttore vive, mettendo al centro una macchina agricola e il lavoro dell’uomo. A rappresentare l’Umbria in Francia, sono 10 cantine provenienti da varie aree vinicole dell’Umbria come Montefalco, Orvieto, Perugia, Spoleto, Torgiano, Trasimeno: Adanti, Andrea Formilli Fendi, Cantine Neri, Chiorri, Colle Uncinano, Cantina del Trasimeno – Duca della Corgna, Le Cimate, Lungarotti, Tenuta Bellafonte, Tudernum.
l’obiettivo di far crescere l’Umbria del vino, per rafforzare un’immagine unitaria e identitaria del settore, Umbria Top ha rilanciato così anche nel nuovo anno la sua campagna di comunicazione, che porta le cantine umbre ad
essere presenti nelle grandi fiere europee.
Quest’anno la novità spetta al ‘Wine match’: una app/sistema informatico che permette la connessione BtoB tra espositori e visitatori professionisti; primo evento dell’anno specifico per vino e alcolici e per avere incontri commerciali con qualificati visitatori internazionali.
Wine Paris, un evento che riunisce Vino Vision Paris, Vinexpo (storica fiera a Bordeaux), Vinisud (a Marsiglia) ed il polo fieristico della capitale francese. L’Europa da sola rappresenta oltre il 60% del consumo mondiale di vino. Uno studio di previsione condotto da IWSR – The International Wine and Spirit Research – prevede che nei prossimi 5 anni questa zona di consumo manterrà il suo primo rango, in termini di volume. Ed un evento come Wine Paris permette di massimizzare il potenziale commerciale di chi partecipa.
Dopo il Bellavita Amsterdam e ora con Wine Paris prosegue in maniera intensa il calendario 2020 delle attività, con appuntamenti di promozione e commercializzazione legati ancora alla campagna di comunicazione ‘Umbria Wine Experience’ e con protagoniste le cantine e le denominazioni provenienti dall’intero territorio regionale grazie ad un concept che caratterizza in maniera armonica le varie presenze nei Paesi obiettivo, in Europa e non solo.
Lo stand Umbria Top quindi sarà poi a seguire in Germania al Prowein di Dusseldorf (15-17 marzo 2020) con 29 cantine, ed infine a Verona per il Vinitaly (19-22 marzo 2020) con le 54 cantine umbre che al momento hanno deciso di aderire all’evento principale in Italia a tema vino. Infine, con il piano OCM, l’Umbria del vino sarà anche in Usa, Canada, Cina e Giappone a sostegno di 14 cantine partecipanti.

Isabella Ceccarelli

Autore: Isabella Ceccarelli

Isabella Ceccarelli Isabella Ceccarelli, classe '75, giorno e mese fatale: 11 Novembre, data dedicata a San Martino, quando ogni mosto è vino. La contraddistingue una spiccata passione per il vino. Ma anche per l'arte e la poesia. Partecipa a mostre ed è instancabile nello scrivere poesie e pensieri (che vorrebbe mettere in un blog). Tutto legato dall'ormai sconosciuto filo conduttore dei sentimenti e dalla vena di una sottile cultura. Cell. +39 346 0632204