Bimbi alle prese con le emozioni, arriva il superpotere della mindfulnesss

Rintanati in casa (ora un po' meno), senza scuola, amici e affetti

Nella foto: Barbara Franco, curatrice dei prodotti Quid+
Nella foto: Barbara Franco, curatrice dei prodotti Quid+

In questo periodo i bambini, privati della loro libertà, si trovano a fare i conti con sentimenti contrastanti e per gestire al meglio le emozioni arriva il superpotere della mindfulness. L’idea è di Barbara Franco, curatrice dei prodotti Quid+, la linea editoriale a marchio Gribaudo, dedicata all’età prescolare, pensata per permettere ad adulti e bambini di trascorrere insieme del tempo di qualità, divertendosi e dando la possibilità ai più piccoli di imparare giocando.
Grazie al libro ‘Il superpotere della mindfulness – coltivare la calma e l’attenzione per affrontare rabbia, ansia e iperattività’, in uscita domani, il genitore potrà accompagnare il piccolo in un percorso di consapevolezza strutturato a tappe, con diversi strumenti (storie, video e tracce audio) basati su protocolli scientifici studiati per bambini in età prescolare.
Con un percorso fatto di giochi e attività, spiega all’Adnkronos la curatrice della collana, “aiutiamo i bambini a restare nel ‘qui e ora’; ad essere più concentrati su quello che sta succedendo sul tempo che abbiamo oggi e sul godimento di questo istante”. Inoltre, per i più piccoli “è importante scoprire che non ci sono emozioni negative o positive ma solo emozioni difficili ed emozioni facili” e che non bisogna identificarsi con esse, perché “tu non sei un bambino noioso o pauroso. L’emozione entra ed esce senza cambiare l’identità di ognuno di noi”.
Per trascorrere del tempo di qualità arriva anche la collana ‘Primissime letture’ (in uscita il 14 maggio) rivolta ai bambini da 0 a 7 anni, per scoprire magico mondo della lettura, attraverso un percorso strutturato in 9 livelli di difficoltà. “Sono libri che crescono con il bambino e la sua capacità di lettura” afferma Franco spiegando che è possibile imparare a leggere già dai 2 anni grazie alla memoria fotografica.
“Siamo abituati a pensare alla lettura con la prima elementare ma il nostro sistema scolastico si basa sulla lettuscrittura, ovvero imparare a leggere e scrivere contemporaneamente. In realtà per imparare solo a leggere basta avere l’occhio sufficientemente sviluppato, e lo è già ad un anno e mezzo di vita”.
Si tratta, conclude la curatrice della collana, “di un percorso guidato che i genitori possono fare tranquillamente a casa; non servono competenze specifiche”. L’unica raccomandazione è la regolarità: “bastano 5-10 minuti al giorno”.

(di Loredana Errico)

FONTE: AdnKronos

Press Italia

Autore: Press Italia

Agenzia di informazione fondata e diretta da Mauro Piergentili. Tra i suoi servizi news e comunicati stampa: Arte, Cultura, Enogastronomia, Economia, Esteri, Scienza, Cinema, Teatro, Turismo,...