Eleonora Lastrucci firma la semplicità affascinante del lusso

Le sue collezioni sono un inno all’armonia e all’eleganza senza tempo tutta italiana e tutta al femminile

image-inPRATO – Le sue collezioni sono un inno all’armonia e all’eleganza senza tempo tutta italiana e tutta al femminile, è un esempio dell’eccellenza italiana nel mondo della moda e della ricerca in questo settore. Dell’alta moda femminile per essere precisi, per farci riappropriare del lusso, della raffinatezza ed eleganza, senza mezze misure, senza volgarità.
Attraverso la ricerca personale, lo studio, le esperienze dei suoi viaggi, Eleonora crea opere d’arte che le donne indossano, con le quali, le personalità si fondono e danno vita ad un’espressione unnica ed irripetibile, proprio come ogni donna è unica ed irripetibile. È per questo motivo che ogni abito deve risaltare il carattere e lo spirito di chi lo indossa, ed in questo Eleonora sa essere anche un pò psicologa, o empatica; come ogni artista, sa vedere oltre le apparenze per regalare agli occhi la magia della bellezza, e alla pelle il piacere di indossare un tocco speciale. Attraverso i suoi abiti, esploriamo la bellezza, la viviamo, ce ne appropriamo. Come afferma lei stessa “abbiamo proprio bisogno di riappropriarci del gusto della bellezza, del piacere che ci regala”. Un piacere che può sembrare effimero, ma che la natura ci dona ogni giorno, ed è dalla natura che Eleonora si lascia tentare per creare la sua ultima collezione.
Ma tutte le sue collezione sanno coinvolgere, espressioni di una ricerca minuziosa dei tessuti, raffinati pizzi, ricami, tulle, fili d’oro e pailletes, leggerezza di movimento, come i soffioni di primavera, un’eleganza indiscussa che mette in evidenza l’essenza della donna; perché ogni donna, ha e deve avere il suo abito.
Attinge tutto dalle esperienze della vita, ed in modo particolare Eleonora ricerca i tessuti lungo i suoi viaggi, dalla mescola straniera tra tradizione, cultura e artigianato di un popolo. E si sa, la produzione dei tessuti è sempre stata opera di mani femminili. E’ capace di farsi portavoce di un’anima ancestrale in tutti sensi. Dopo tutto la moda, è espressione culturale, è comunicazione, diviene uno dei modi in cui la cultura viene trasmessa, attraverso la quale una società si esprime e si riconosce. Ed ecco allora che, la ricerca di Eleonora si distingue in uno sforzo personale che riconosce la semplicità attraverso il lusso, l’armonia attraverso i tessuti, e la sostenibilità che va a creare un collante fondamentale ed etico. Le emozioni che la bellezza sa trasmetterci, vanno assaporate, vissute, va dato un maggiore valore alla moda, che non diventa un’usa e getta ingoiato dalla spasmodica ricerca del dopo. Eleonora riesce a farci apprezzare la calma e il piacere di godersi la moda, come fosse la nostra pelle, impreziosita, come una nuova stagione che ha il suo tempo da regalarci, con una stagione precedente e quella successiva che diventano legami indissolubili della natura, in cui l’uomo ha dimenticato di fare parte, ma che per lei diventano fonte d’ispirazione, attraverso la mediazione della storia personale e di quella artistica Italiana.
Ecco allora che i tessuti si combinano, nuovi tessuti vengono originati ancor prima di creare un abito attraverso le combinazioni dei materiali, in un lavoro lungo, le forme armoniose originano capi senza tempo; questa sua personale visione della realtà e dello stile, l’ha portata a vincere molti premi e ad avere molti riconoscimenti importanti, alcuni suoi abiti sono esposti al museo del Tessuto di Prato; veste donne che attraversano il red carpet alle manifestazioni più importanti del cinema: Cannes, Venezia, Roma.
Dopo tutto la stilista ha avuto maestri d’eccezione, a cominciare dal padre, con il quale già a 7 anni lavorava nella stamperia di famiglia, a Prato, dove disegnava le stampe per le federe; ma anche il fiore all’occhiello della nostra moda italiana, sia dal punto di vista umano che stilistico, a cominciare da Enrico Coveri, a Cavalli, fino a Gucci; “ho avuto l’emozione di lavorare con il grande fotografo David Hamilton a Parigi, e con il Maestro Aldo Fallai, che per 28 anni ha realizzato tutte le campagne pubblicitarie di Giorgio Armani”. Già da giovane rubava con gli occhi ai grandi della storia della moda e si faceva trasportare dalle emozioni che hanno sempre colpito la sua sensibilità, maturata con gli studi artistici e scuole di specializzazione, fino a dare vita ad un suo brand nell’alta moda, molto giovane, ma con la personalità chiara! Uno stile che io definisco affascinante.

Isabella Ceccarelli

Autore: Isabella Ceccarelli

Isabella Ceccarelli Isabella Ceccarelli, classe '75, giorno e mese fatale: 11 Novembre, data dedicata a San Martino, quando ogni mosto è vino. La contraddistingue una spiccata passione per il vino. Ma anche per l'arte e la poesia. Partecipa a mostre ed è instancabile nello scrivere poesie e pensieri (che vorrebbe mettere in un blog). Tutto legato dall'ormai sconosciuto filo conduttore dei sentimenti e dalla vena di una sottile cultura. Cell. +39 346 0632204