Fase 2, con #FDVonair arte e attualità su canali social di Fondazione di Venezia e M9

La Fase 2 è arrivata ma per quanti sono ancora a casa prosegue, per la quinta settimana, la programmazione di #FDVonair

Michela Ponzani e Adolfo Scotto di Luzio-in
Michela Ponzani e Adolfo Scotto di Luzio

La Fase 2 è arrivata ma per quanti sono ancora a casa prosegue, per la quinta settimana, la programmazione di #FDVonair: nato in adesione alla campagna #iorestoacasa lanciata dal Mibact nelle scorse settimane, è il progetto con cui la Fondazione di Venezia porta sui propri canali social, attraverso podcast e pillole video, racconti e curiosità relative alle opere del Novecento che confluiscono nelle Collezioni della Fondazione e insieme approfondimenti legati ai grandi temi della storia, dell’attualità per allietare la quotidianità di quanti erano costretti dal lockdown a vivere nelle proprie abitazioni a causa dell’emergenza sanitaria.
Giovedì 7 maggio alle ore 14.30, la rubrica ‘A tu per tu con…’ che vede protagonista Adolfo Scotto di Luzio, docente di Storia della pedagogia all’Università di Bergamo. Intervistato da Livio Karrer, storico di M9 – Museo del ‘900 e curatore della rubrica, il professore Scotto di Luzio affronta il tema della sfida che il mondo della scuola e delle Università italiane hanno dovuto affrontare con il lockdown e lo sviluppo delle pratiche di e-learning.
Venerdì 8 maggio alle ore 14.30, M9 – Museo del ‘900 propone al pubblico connesso #PillolediStoria per parlare di ‘Donne, Guerra, Resistenza ai tempi del Coronavirus’ con Michela Ponzani, storica, scrittrice, autrice e conduttrice di programmi di divulgazione per Rai Cultura e Rai Storia.
FDVonair si avvale del contributo di tutte le realtà culturali che fanno capo alla Fondazione di Venezia, M9 e Casa dei Tre Oci, e vede ai microfoni virtuali voci autorevoli del mondo accademico, economico, formativo, artistico, scolastico, finanziario e culturale del territorio veneziano e del Paese.
Ogni settimana la Fondazione di Venezia propone appuntamenti pomeridiani con ‘Dentro la mostra Sguardi su Venezia’. In particolare il mercoledì e la domenica il professor Amerigo Restucci e i critici e storici dell’arte Stefano Cecchetto e Luisa Turchi offrono al pubblico connesso la possibilità di conoscere alcuni dei 30 dipinti di maestri del Novecento (come De Stefani, Novati e Favai, per citarne alcuni) appartenenti alla Collezione della Fondazione, e in mostra nella sua sede, approfondendone autori, tecnica e poetica.
Gli appuntamenti con la cultura si arricchiscono poi del contributo di Denis Curti, consulente per i fondi fotografici della Fondazione di Venezia e direttore artistico della Casa dei Tre Oci, che racconta, attraverso brevi video in programma il martedì e il sabato, alcune delle opere più importanti di autori italiani e stranieri raccolte nell’archivio fotografico di proprietà della Fondazione e conservato proprio alla Casa dei Tre Oci.
La fotografia torna ad essere protagonista anche dei contenuti video diffusi sui social della Casa dei Tre Oci e condivisi dalla Fondazione di Venezia. Lo staff della ‘casa della fotografia’ tutti i venerdì con ‘Tre Oci Flashback’ entra nelle case degli appassionati per ripercorrere e far rivivere alcune tra le più importanti e significative esposizioni fotografiche allestite negli anni.
Dall’arte all’economia, passando per la sociologia, l’economia, la formazione e l’educazione al tempo del Coronavirus. Ogni giovedì, gli utenti connessi hanno la possibilità di fruire di pillole audio contenenti interventi e interviste, curati da M9 – Museo del ‘900 e da Fondazione di Venezia, su temi sociologici, economici, politologici, del mondo del lavoro e della formazione strettamente collegati all’attualità di questi giorni.
Tra gli interventi in programma, solo per citarne alcuni, quelli del presidente della Fondazione di Venezia, Giampietro Brunello, sul ruolo della Fondazione nella crisi provocata dal coronavirus, di Alberto Abruzzese, sociologo e scrittore, che commenta le forme della nuova comunicazione, Ernesto Galli della Loggia che si sofferma sugli scenari politici internazionali, Chiara Saraceno, sociologa e filosofa, che parla di famiglia e società, Adolfo Scotto di Luzio, docente universitario, che approfondisce il tema delle lezioni a distanza e dell’accesso alle infrastrutture digitali e Gianni Toniolo, economista, storico e docente universitario, che affronta il tema della crisi economica e gli scenari di uscita.
Ogni venerdì pomeriggio, invece, appuntamento con le #PillolediStoria di M9. La versione digitale della rassegna analogica #Capireil900, ospitata nei mesi scorsi nell’Auditorium “Cesare De Michelis”, arriva sui social di M9 e della Fondazione di Venezia per raccontare, con il contributo di esperti, storici, giornalisti e divulgatori, aspetti o fatti del Novecento attinenti all’attualità.
Tra questi le pandemie e il welfare state nel ‘900, il rapporto tra stato centrale e autonomie locali nei momenti di emergenza, i periodi in cui lo sport si è fermato nella storia del secolo scorso, gli stati di eccezione democratica nel Novecento e poi, ancora, recessione e crisi economica, patria, italianità e senso di appartenenza che si sono risvegliati in momenti particolari del secolo breve. Tutti i contenuti sono fruibili sui canali social della Fondazione di Venezia e sul sito www.fondazionedivenezia.org.

FONTE: AdnKronos

Press Italia

Autore: Press Italia

Agenzia di informazione fondata e diretta da Mauro Piergentili. Tra i suoi servizi news e comunicati stampa: Arte, Cultura, Enogastronomia, Economia, Esteri, Scienza, Cinema, Teatro, Turismo,...