Il Made in Italy anche nelle mascherine

In piena emergenza Coronavirus in Italia, due imprenditori lombardi hanno trovato il modo di coniugare la sicurezza delle persone, specialmente dei bambini, la parte più indifesa della Società, con il rilancio del Made in Italy, in un settore che storicamente non è mai stato di notevole interesse, quello delle mascherine

Mascherine pensate per i bambini ma che si prestano ad essere adoperate da genitori, nonni e chiunque voglia indossare un capo allegro e colorato per garantire la sicurezza sua e delle persone che gli stanno accanto. Interamente fatte in Italia, ecologiche, riutilizzabili fino a 100 volte, rispettose dell’ambiente e colorate tassativamente con colori a base d’acqua atossici.

Mascherine-per-la-scuola-inL’idea nasce qualche mese fa da due imprenditori milanesi, entrambi genitori e come tutti, angosciati dalla pandemia che sta provocando migliaia di vittime.
Lorenzo Guglielmetti ed Edoardo Pirola non sono nuovi a mettersi in gioco su business sempre diversi, avendo la capacità di creare un connubio vincente tra l’idea e la tempistica. Mascherine per la scuola, il cui sito è www.mascherineperlascuola.it, inizialmente nasce con l’idea di preservare i bambini, la parte più debole e al contempo la risorsa più preziosa del nostro tessuto sociale, cercando di coniugare il loro diritto personale a proteggersi con quello di proteggere chi si prende cura di loro, che siano i genitori, i nonni, le maestre o altri bambini, senza però perdere il senso dell’allegria, della spensieratezza, della gioia e del colore.
Per passare dall’idea al progetto vero e proprio, si sono rivolti ad un giovane designer, Nicolò Giardini, studente dello IED, che entusiasta dell’idea si è subito messo al lavoro per creare una prima collezione di 8 mascherine, nel frattempo già diventate 10 e che puntano ad aumentare ancora. L’idea iniziale di rivolgersi solamente ai bambini, nel frattempo si è evoluta, facendo in modo che chiunque potesse proteggersi con allegria e magari in “pendant” con i propri figli e nipoti, proponendo mascherine con le stesse texture e fantasie ma in taglie diverse, compresa quella adulta.
Ma qual è la mission di Lorenzo ed Edoardo? Creare mascherine per bambini, sì, ma non solo. Si sono posti dei requisiti essenziali:
–          Realizzare mascherine interamente ideate, progettate e fabbricate in Italia. In questo momento di grave crisi non solo sanitaria ma anche sociale, sentivamo il dovere morale di far lavorare le aziende del nostro paese, ci spiega Edoardo.
–          Utilizzare colori a base d’acqua totalmente atossici.
–          Far sì che queste mascherine fossero alla portata delle tasche di tutti, senza lucrare.
–          Utilizzare materiali semplici ma quasi indistruttibili, come il cotone ed il poliestere che possono resistere fino ad oltre 100 lavaggi a 40°.
–          Hanno inoltre dato la possibilità di inserire i filtri attraverso una comoda tasca interna.
Ma non sono solo queste le cose che li hanno ispirati. Lorenzo ci racconta che l’idea si è composta come dei pezzi di un puzzle. “Tutti uguali e tutti con la stessa importanza: bambini, adulti, ambiente e sicurezza. Ambiente sì, perché per prenderci cura dei nostri bambini dobbiamo consegnare loro un mondo più pulito, più sano. A causa del Covid, sa quante mascherine monouso e quanti guanti vengono dispersi nell’ambiente che poi si riversano inevitabilmente in mare creando dei disastri ecologici? Un’enormità. E di questo siamo tutti responsabili. Per questo abbiamo immediatamente pensato che le nostre mascherine dovessero essere riciclabili oltre che stampate con colori a base d’acqua”.
Il loro e-commerce, è stato preso d’assalto e gli ordini arrivano da tutta Italia, anche se, ci sono già due mascherine che concorrono per il posto di Re e Regina: quella a tema unicorno e quella militare, le più richieste.
Il prezzo, popolare, è di 3,90 Euro ciascuna per cui si può dare libero sfogo al proprio gusto personale e scegliere la fantasia preferita.
Il loro shop on line oltre alle mascherine, regine dell’e-commerce  http://www.mascherineperlascuola.it prevede anche la fornitura di un corollario di prodotti atti a coadiuvare la protezione di tutti, dai più grandi ai più piccini, perché comprende prodotti quali igienizzanti spray a base di etanolo puro al 99% pensato principalmente per cellulari, tablet e dispositivi elettronici in generale, in grado di igienizzare le superfici eliminando batteri ed evaporando molto velocemente, utilizzabile anche per scrivanie, maniglie, porte e più in generale qualsiasi oggetto che sia entrato in contatto con più persone e che necessiti di essere sanificato; una comoda salvietta monouso da portare nella borsa o nello zainetto, contenente gel igienizzante a base d’alcool, così utile per gli spostamenti o per pulirsi le mani in assenza di acqua e ancora un dispositivo igienizzante a pedale per la detersione delle mani, appositamente pensato per i luoghi affollati, centri commerciali, uffici, palestre, ristoranti e…scuole!
Ma qual è il prossimo passo di Lorenzo ed Edoardo? Il prossimo passo è molto semplice, ci dicono entrambi.
“Tenere fede al nome che abbiamo scelto e proporre le nostre mascherine ed i nostri prodotti igienizzanti alle scuole di tutta Italia, affinchè per la riapertura di settembre possano tutti essere protetti ma…in allegria!”

FONTE: Ufficio Stampa Notiziabile.

Press Italia

Autore: Press Italia

Agenzia di informazione fondata e diretta da Mauro Piergentili. Tra i suoi servizi news e comunicati stampa: Arte, Cultura, Enogastronomia, Economia, Esteri, Scienza, Cinema, Teatro, Turismo,...