“Chiese, palazzi e castelli in musica” – Edizione 2020

Soavi melodie, canti, balli, sapori e arti del Rinascimento lungo i cammini dei pellegrini - Rassegna di Melodie in Concerto del M° Fabritio Caroso da Sermoneta (1526-1605) presentata dal Complesso Strumentale “Fanfarra Antiqua”

Complesso-Strumentale-Fanfarra-Antiqua-in
Complesso Strumentale “Fanfarra Antiqua”

CORI (LT) – Negli anni in cui il Mibact invita continuamente le organizzazioni turistiche e culturali a promuovere i borghi, i centri storici, i musei, i monumenti, i cammini percorsi dai pellegrini in epoche passate, con l’obiettivo di promuovere soprattutto il cosiddetto Cammino Lento e riscoprire con tranquillità quello che è il patrimonio culturale dell’Italia, il Complesso Strumentale “Fanfarra Antiqua” di Cori ha pensato bene di presentare, oramai da qualche anno, quella che è una interessante rassegna sulle musiche del Cinquecento denominata “Chiese, palazzi e castelli in musica” – Soavi melodie, canti, balli, sapori e arti del Rinascimento lungo i cammini dei pellegrini. Le melodie, tratte dai trattati del M° Fabritio Caroso da Sermoneta (1526-1605), vengono proposte attraverso una tournée di concerti in luoghi di alto interesse architettonico, artistico e storico del territorio del Lazio; concerti che, in occasione di questa nuova edizione, saranno affiancati anche da visite guidate e mostre sul patrimonio culturale dei luoghi interessati, sugli antichi trattati di musica e sulla liuteria antica, e poi collateralmente da animazioni e balli rinascimentali con artisti in costumi d’epoca, conferenze sui cammini di fede e sui pellegrini, degustazioni di pietanze, dolcetti, ripresi da ricette rinascimentali e preparati dai ristoratori locali e Vini doc di importanti aziende del territorio.
L’intento è ricreare un percorso, un viaggio nel tempo, ispirato dal desiderio profondo di riportare alla luce i tesori di un’epoca.
Gli spettatori saranno condotti mirabilmente nel Rinascimento, tra musiche, danze e antiche arti, in un mondo in cui le magiche atmosfere cortigiane riprenderanno vita.
Con il Patrocinio e contributo della REGIONE LAZIO, con il Patrocinio del MIBACT – Direzione Regionale Musei Lazio, dell’ANCI-Lazio, della Fondazione “Roffredo Caetani” di Sermoneta, del Comune di Cori e delle Pro Loco di Cori, Arpino e Rocca Massima, questa tournée di concerti sarà presentata a SEGNI, ROCCA MASSIMA, ROCCAGORGA, CORI, ARPINO e SERMONETA tra la fine di agosto e gli inizi di ottobre.
I concerti, dedicati al repertorio vocale e strumentale del ‘500, offriranno una raffinata e ricercata scelta di programmi tematici, soprattutto del tardo Rinascimento, rimanendo fedeli ai suoni e alle interpretazioni originali, dando un’immagine viva e suggestiva del repertorio eseguito.
Prima tappa di quest’interessante tournée a SEGNI, sabato 29 agosto con inizio alle ore 21:00, presso il Giardino del Vescovado, adiacente la Concattedrale di Santa Maria Assunta (XVII sec.).
Costituito da esperti musicisti di diverse città del territorio, il Complesso Strumentale “FANFARRA ANTIQUA”, attraverso un’approfondita ricerca scientifica, ha raggiunto l’obiettivo della costruzione e realizzazione di un particolarissimo concerto effettuato con pregiati costumi del XVI secolo, in cui vengono presentate in particolare le melodie elaborate dal M° Fabritio Caroso da Sermoneta, uno spettacolo sempre in continua evoluzione che ricrea un’atmosfera di emozioni e piaceri antichi, anche attraverso la presentazione di danze dell’epoca grazie alla Compagnia di Danza rinascimentale “Tres Lusores” di Cori.
Le finalità principali perseguite dal Complesso sono quelle di salvaguardare una parte importante della cultura musicale del Rinascimento italiano, oltre a quella di conservare, promuovere e valorizzare la memoria storica del territorio dei monti Lepini e del Lazio.
Il Complesso per questa tournée si gioverà della collaborazione di Maestri di riconosciuta esperienza come il direttore musicale Carlo Vittori (clavicembalo, flauto, percussioni), Mauro Salvatori (flauto, piva rinascimentale), Francesca Candelini (flauto), Carlo Marchionne (flauto), Roberta Polverini (soprano), Mariangela Cafaro (soprano), Anna Maria Gentile (viola da gamba), Laura Fabriani (tammorra) e Orazio Fanfani (percussioni).
I diversi brani musicali selezionati per questa tournée saranno arricchiti da coreografie di vita di corte, tra balli e arti del Rinascimento.
Prossime tappe dopo Segni: 11 settembre Rocca Massima, 19 settembre Roccagorga, 26 settembre Cori, 27 settembre Arpino ed infine 3 ottobre Sermoneta.
L’iniziativa contemplerà anche le visite guidate di tutti i monumenti interessati dagli spettacoli, oltre ad una mostra iconografica e una conferenza sugli antichi trattati redatti dal M° Fabritio Caroso da Sermoneta e sui Cammini di Fede del territorio lepino.
Al termine di ogni concerto sarà offerto un banchetto di pietanze e dolcetti rinascimentali locali preparati dalle trattorie “Da Checco” e “Da Metardo” e dai biscottifici “Alessi” e “Trifelli”, tutti di Cori.
Tutte le serate si svolgeranno nel pieno rispetto delle norme anti-Covid.
Ingresso gratuito.

FONTE: Alessandra Tabolacci.

Press Italia

Autore: Press Italia

Agenzia di informazione fondata e diretta da Mauro Piergentili. Tra i suoi servizi news e comunicati stampa: Arte, Cultura, Enogastronomia, Economia, Esteri, Scienza, Cinema, Teatro, Turismo,...