“La terra è di chi la canta” il nuovo singolo della cantautrice Lara Molino

Il 29 settembre in uscita su tutti i digital stores con anteprima in Australia

La-terra-è-di-chi-la-canta-inUscirà il 29 settembre, il nuovo singolo della cantautrice abruzzese Lara Molino, una tra le voci di spicco del panorama folk italiano. Il singolo si intitolerà “La terra è di chi la canta” e si potrà ascoltare su tutte le piattaforme digitali. Il brano, testo, musica e arrangiamenti della cantautrice, è un prodotto tutto abruzzese, registrato al P.I.M.S. di Vasto da Francesco Apolloni, suonato dalla stessa Lara (voce, chitarra acustica, tamburello), da Giuseppe Di Falco (fisarmonica), e Domenico Mancini (violino). Come ogni brano realmente folk ha la forza di parlare a quella parte di terra e radici che ognuno di noi si porta dietro nonostante tutto. Lara Molino, dopo il fortunato album “Fòrte e gendìle”, con testi in vernacolo abruzzese, pubblicato nel 2017 e prodotto artisticamente dal violinista e songwriter Michele Gazich, questa volta, sceglie di cantare in italiano con una breve intro, recitata, in dialetto. E’ un brano essenziale, arrangiato con una chitarra acustica a cui sono stati aggiunti un violino ed una fisarmonica a completare una gamma di timbri che vedono al centro di tutto la voce della cantautrice.
Il singolo “La terra è di chi la canta” sarà presentato in anteprima ad Adelaide, in Australia, su Radio Blu Italia, il giorno 23 settembre, durante l’intervista radiofonica alla cantautrice.

Bio
Lara Molino è una cantautrice e musicoterapista. Ha composto fino ad oggi circa 200 canzoni in lingua italiana e dialetto abruzzese. Polistrumentista, suona la chitarra, l’armonica a bocca, il pianoforte e vari strumenti a percussione.

Nel 2017 ha inciso il disco “Fòrte e gendìle”, dieci brani inediti composti dalla cantautrice e cantati interamente in lingua  abruzzese. Un album prodotto artisticamente dal violinista e songwriter  Michele Gazich, per la sua etichetta FonoBisanzio, distribuito da IRD.
In lingua italiana ha inciso i dischi “Tra le mie braccia”, Sovera Edizioni (2006),  “Il mio angolo di cielo” (2009), registrato a Roma al Kymotto studio da Massimo Varini (produttore e chitarrista di Nek, Laura Pausini, Vasco Rossi, Gianni Morandi, Ivano Fossati) e “La pazzia del perdono” (2012).
Ha tenuto centinaia di concerti in Italia e all’estero: Polonia, Spagna, Canada ed ha partecipato ad importanti festivals tra i quali: Monsano Folk Festival, Buon Compleanno Faber e Rocciamorgia Festival.
Dal 2003 è docente di Canto Moderno e Chitarra presso l’Associazione Culturale “Nonsolomusica” che ha sede a San Salvo (CH) e ha iniziato a curare la direzione artistica di eventi come “Festival delle Chitarre” (giugno 2003), “Salviamo le Parole dei Nostri Antenati” (ottobre 2004), “San Salvo Musica Festival” (Dalla I alla XVI edizione tenutasi  a luglio 2019), “Spazio Cantautori” (luglio 2018, luglio 2019).
Nel 2009, a Chieti, durante il “Grazie a tutti tour”,  ha aperto il concerto di Gianni Morandi. Dal 1995 fino al 2009 ha aperto i concerti dei seguenti artisti: Antonella Ruggiero, Nomadi, Claudio Baglioni, Paolo Vallesi, Ivana Spagna, Marina Rei, Gen Rosso, Gatto Panceri.
Lara Molino è stata “cantante ufficiale” di “Emmanuel”, l’inno della Giornata Mondiale della Gioventù del 2000, che ha più volte cantato davanti a milioni di giovani di tutto il mondo e al Papa Giovanni Paolo II.
Nel 2019 ha ricevuto il Premio Internazionale “Dean Martin” con la seguente motivazione: “ A Lara Molino, cantautrice appassionata della sua terra, per il meticoloso lavoro di ricerca sulle tradizioni popolari e per la capacità di raccontare in stile personale folk-rock le storie dell’Abruzzo nel mondo”.
Ad aprile 2020, durante il lockdown causato dal Covid-19, invitata da Maurizio Geri e David Riondino, partecipa al progetto “Lettere dall’Italia”, video e canzone realizzati dai più importanti artisti della musica popolare italiana (tra i quali Lucilla Galeazzi, Riccardo Tesi, Gastone Pietrucci, Elena Ledda), che si uniscono per l’occasione e cantano in tutti i dialetti d’Italia.
A settembre 2020 lancia il suo nuovo singolo “La terra è di chi la canta”, musica, testo e arrangiamenti della cantautrice. Un brano folk, cantato in italiano, un omaggio alle sue origini, alla sua terra.

Crediti
Testo e musica di Lara Molino

Arrangiamento e produzione artistica di Lara Molino
Registrato, mixato e masterizzato da Francesco Apolloni presso il P.I.M.S. di Vasto
Lara Molino: Voce, chitarra acustica, tamburello
Giuseppe Di Falco: Fisarmonica
Domenico Mancini: Violino
Foto di copertina: Roberto Ronca

Link
http://www.laramolino.it

http://www.facebook.com/lara.molino

FONTE: Ufficio Stampa Nonsolomusica.

Press Italia

Autore: Press Italia

Agenzia di informazione fondata e diretta da Mauro Piergentili. Tra i suoi servizi news e comunicati stampa: Arte, Cultura, Enogastronomia, Economia, Esteri, Scienza, Cinema, Teatro, Turismo,...