Al Top, Sannio Top Wines

Ben 37 cantine sannite si fregiano di un riconoscimento ottenuto nel corso del 2016, etichette sempre più apprezzate dagli addetti ai lavori

SannioCASTELVENERE (BN) – Una manifestazione d’eccezione dedicata al mondo del vino sannita, che si ritrova a Castelvenere per l’appuntamento di ‘Sannio Top Wines’. Il Sannio Consorzio Tutela Vini e la Coldiretti Benevento presentano le etichette sannite premiate dalle guide ai vini d’Italia e dai concorsi nazionali ed internazionali nel corso del 2016. Dopo tre edizioni andate in scena nella città di Benevento, la manifestazione assume un carattere itinerante per essere alla portata proprio di tutti. Per l’occasione viene scelta la sede dell’Enoteca comunale di Castelvenere. L’appuntamento è programmato per sabato 17 dicembre, con inizio alle ore 18. Il programma della serata prevede in apertura la proiezione del docu-film ‘Nel Sannio coltiviamo emozioni’, prodotto dal Sannio Consorzio Tutela Vini. A seguire la cerimonia di consegna degli attestati ‘Sannio Top Wines’. A coordinare l’incontro sarà la giornalista Luisa Mariani. Parteciperanno: Mario Scetta (sindaco di Castelvenere), Libero Rillo (presidente del Consorzio Sannio) e Gennarino Masiello (vicepresidente nazionale di Coldiretti). L’evento ha l’obbiettivo principale di mettere in risalto il notevole processo migliorativo messo in campo dalle aziende aderenti al Consorzio Sannio. A confermare questa continua crescita di qualità sono proprio i progetti editoriali dedicati al settore enologico e le più importanti selezioni nazionali e internazionali, che in questi ultimi anni registrano presenze sempre più rilevanti di vini sanniti, con diverse etichette che conquistano anche il palcoscenico delle eccellenze ottenendo i massimi riconoscimenti. Questo 2016 è stato un anno particolarmente significativo per il mondo del vino sannita considerato che sono ben 37 le aziende che si sono fregiate di un riconoscimento importante. Guide, concorsi e selezioni premiano in particolar modo i vini ottenuti da uve falanghina, il vitigno protagonista dello scenario enologico sannita anche dal punto di vista commerciale. Sono, infatti, ben 52 i riconoscimenti ottenuti da etichette falanghina, con il dominio della denominazione Falanghina del Sannio, con 44 riconoscimenti, seguita dalla Beneventano Falanghina con 5 riconoscimenti e 2 etichette spumante a completare il quadro. Alle spalle del vitigno falanghina, a non molta distanza, la performance del vitigno aglianico, che nel corso di quest’anno ha raccolto ben 44 riconoscimenti: 33 per la versione Aglianico del Taburno, 10 per quella Sannio e solo un’etichetta Beneventano. Sul podio anche il vitigno barbera, con 8 riconoscimenti ottenuti con vini a denominazione di origine Sannio e 3 per la versione Beneventano. A seguire 6 riconoscimenti per la denominazione Sannio Greco, 2 per quelle Sannio Fiano e Sannio Moscato, una per la Sannio Coda di volpe. Interessante la prestazione della denominazione Sannio Rosso, che raccoglie 6 riconoscimenti, mentre 2 sono gli attestati giunti per la Sannio Bianco.

Isabella Ceccarelli

Autore: Isabella Ceccarelli


Isabella Ceccarelli, classe ’75, giorno e mese fatale: 11 Novembre, data dedicata a San Martino, quando ogni mosto è vino. La contraddistingue una spiccata passione per il vino. Ma anche per l’arte e la poesia. Partecipa a mostre ed è instancabile nello scrivere poesie e pensieri (che vorrebbe mettere in un blog). Tutto legato dall’ormai sconosciuto filo conduttore dei sentimenti e dalla vena di una sottile cultura.
Cell. +39 346 0632204

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.