Cala il sipario sulla mostra di Recanati: oltre 14.500 visitatori

Il dialogo tra Lotto e Leopardi emoziona oltre 15mila visitatori

Lorenzo_LottoRECANATI (MC) – Il sindaco Fiordomo “Iniziato il percorso educativo, culturale e di aggregazione che ci condurrà alle celebrazioni del bicentenario dalla stesura de L’Infinito”.

Una mostra crepuscolare e introspettiva e che ha saputo emozionare coloro che l’hanno visitata. A Recanati, nel museo civico di Villa Colloredo Mels, dopo la recente proroga di due mesi, domenica 3 giugno si è conclusa l’esposizione “Solo, senza fidel governo et molto inquieto de la mente. Lorenzo Lotto dialoga con Giacomo Leopardi” a cura di Vittorio Sgarbi, mostra che ha messo in rapporto due anime inquiete e di grande sensibilità e che da dicembre ha appassionato oltre 15mila visitatori. L’evento espositivo ha riscontrato grande interesse proprio perché rivela due uomini che hanno vissuto in modo travagliato la loro epoca e che hanno saputo raccontarla nel profondo.

Un successo, quello della mostra, provato dai numeri: 15.400 visitatori, oltre 1.200 alunni hanno partecipato ai laboratori didattici visitando le opere esposte e quasi 3mila partecipanti alle visite guidate tematiche nel circuito dei musei civici. Soddisfazione per i risultati raggiunti anche dall’Amministrazione comunale di Recanati. “Un’operazione culturale dai grandi contenuti – ha commentato il primo cittadino di Recanati Francesco Fiordomo – che ha riscosso un enorme successo proprio per la sua originalità e il messaggio profondo che veicola. Con la mostra a cura di Vittorio Sgarbi, un evento che per Recanati ha rappresentato un’importante occasione di valorizzazione e promozione del territorio, abbiamo iniziato il percorso educativo, culturale e di aggregazione che ci condurrà alle celebrazioni del bicentenario dalla scrittura e dalla pubblicazione della lirica più suggestiva di Giacomo Leopardi: L’Infinito. Un progetto che fa leva sulla forte identità legata all’arte, alla poesia e alla musica della città leopardiana, attraverso un viaggio tra mostre ed eventi di valore culturale”. Infatti, prossimamente, prenderà il via “Recanati verso l’Infinito”, un ricco programma di eventi e mostre progettate da Sistema Museo, società che dal 2017 gestisce i musei civici, che animeranno Recanati in occasione dei 200 anni dalla stesura del celebre manoscritto.

Al percorso della mostra “Lorenzo Lotto dialoga con Giacomo Leopardi” a Villa Colloredo Mels è stata collegata l’esposizione straordinaria di documenti, manoscritti e cimeli del poeta, unici e significativi, la cui selezione e cura scientifica è affidata alla professoressa Laura Melosi e al dottor Lorenzo Abbate della cattedra leopardiana dell’Università degli studi di Macerata. Una vera e propria riscoperta del patrimonio leopardiano che torna dopo molti anni a disposizione di tutta la cittadinanza, dei turisti e degli studiosi. Nel museo civico nei prossimi mesi troveremo ancora esposte, ad esempio, dalle carte relative alla pubblicazione della prima edizione dello Zibaldone e una commovente lettera spedita da Firenze da Giacomo al padre.

Un viaggio nella cultura che ha indagato l’inquietudine sotto diversi aspetti, come durante la presentazione del libro di Mauro Zanchi “In principio sarà il sole. Il coro simbolico di Lorenzo Lotto” dedicato alla simbologia lottesca o durante il recente incontro “La forza e la poesia dell’inquietudine. Mogol racconta”. Tanti gli eventi collaterali organizzati in questi mesi da Sistema Museo che hanno ruotato intorno alla mostra e che hanno registrato il tutto esaurito, confermando Recanati come meta culturale. Oltre ai tour esperienziali Lorenzo Lotto e Giacomo Leopardi Experience, che hanno visto i visitatori impegnati in una visita guidata per le vie della città e per la mostra, anche gli appuntamenti con “Lotto Marzo”, in occasione della Festa delle donne con la partecipazione della storica dell’arte Marta Paraventi, “Lotto alle 8 colazione d’artista”. Senza dimenticare gli originali eventi in occasione di San Valentino “Cuori inquieti. Eros e sentimento nelle vite e nelle opere di Giacomo Leopardi e Lorenzo Lotto” e “Baci al museo”. A questi eventi si vanno ad aggiungere la Notte dei Musei a Recanati, dove Villa Colloredo Mels, il Museo Beniamino Gigli, la Torre del Borgo hanno aperto le porte dalle 21 fino a tarda notte e il più recente evento conclusivo “Lotto, Leopardi, Sgarbi” che ha visto il noto critico d’arte illustrare ad oltre 250 persone il suo dialogo immaginario tra Lotto e Leopardi nella splendida cornice del Parco del Colle dell’Infinito.

Un successo della mostra determinata anche dall’utilizzo del biglietto unico che, oltre all’esposizione “Lorenzo Lotto dialoga con Giacomo Leopardi”, ha permesso di visitare il Museo dell’Emigrazione Marchigiana, il Museo “Beniamino Gigli” e la Torre del Borgo.

La mostra è stata promossa dalla Regione Marche e dal Comune di Recanati, con il contributo della Camera di Commercio di Macerata, Università degli Studi di Macerata e Centro Nazionale Studi Leopardiani e organizzata in collaborazione con Spazio Cultura.

FONTE: Ufficio Stampa Sistema Museo Sara Stangoni

Leave a Reply

Your email address will not be published.